Le verdure grigliate, se sono aromatizzate con l'aceto balsamico o rese saporite da una calibrata miscela di erbe aromatiche, sono tra i piatti più veloci da preparare, salutari e saporiti da servire come antipasto o come contorno a carni o pesci arrosto, oppure come piatto principale in una dieta vegetariana.

La particolarità di questa ricetta è la cottura su griglia che preserva il gusto e, allo stesso tempo, esalta il sapore delle verdure.

Ricetta mix di verdure grigliate

Ingredienti: 2 zucchine; 1 peperone giallo; 1 peperone verde; 1 peperone rosso; 2 pomodori; 2 cipolle; 2 spicchi d'aglio; 1 rametto di basilico; alcune foglie di menta; 2 cucchiai di aceto balsamico; 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva; mezzo cucchiaino di peperoncino in polvere; sale; pepe.

Preparazione: Dopo aver lavato e asciugato accuratamente tutte le verdure, affettare sottilmente le zucchine per il verso della lunghezza; tagliare poi i peperoni a spicchi e poi a metà, privandoli dei semi e delle nervature. Privare i pomodori dei semi e tagliarli a rondelle; pelare le cipolle e tagliarle a spicchi.

Condimento per verdure grigliate: consigli per la cottura!

Cosa sarebbe un secondo senza il suo contorno? A questa e ad altre domande cercheremo di rispondere nel corso dell’intervento di oggi, tentando di presentare quelli che sono i punti di forza, dal punto di vista culinario e nutrizionale, della verdura e degli ortaggi, presentati attraverso le ricette di alcuni contorni. Le possibilità sono estremamente varie e fantasiose, tutte volte ad arricchire le portate principali del pasto o della cena.


Proprietà dei contorni

Il 90-95% del peso della verdura è costituito da acqua e contiene elevate quantità di fibre. Inutile ricordare che la verdura è ricca di vitamine e sali minerali; ovviamente tutto ciò la rende indispensabile per la nutrizione di tutti noi. È dunque ritenuta un buon antiossidante, a difesa dai radicali liberi; gli antiossidanti ci proteggendo dall'invecchiamento e dall'insorgenza di svariate patologie.

L’abitudine di assumere razioni quotidiane di verdura nell'alimentazione è raccomandato in particolare nelle diete ipocaloriche, assicurando un senso di sazietà immediato, ma con il giusto apporto calorico.Approssimativamente possiamo dire che le verdure verde scuro sono particolarmente ricche di fibre. Le verdure giallo-arancio sono invece fonti di beta-carotene, una vitamina a potente azione antiossidante. Ricordiamo che la verdura è più nutriente della carne in quanto quest’ultima provoca l'invecchiamento della pelle.

Condimento per verdure grigliate: gli ortaggi nelle ricette dei contorni

verdure grigliate miste

Sottolineiamo il fatto che per ortaggio si intende qualsiasi prodotto dell'orto. Gli ortaggi apportano buone e incredibili quantità di sali minerali, vitamine, enzimi e oli essenziali fondamentali per l'organismo. Gli ortaggi si suddividono anche in base alla parte del vegetale che viene utilizzato per l'alimentazione, gli ortaggi si dividono in:

  • ortaggi da bulbo come cipolla e aglio;
  • ortaggi a fiore come carciofi, cavolfiori, broccoli, asparagi;
  • ortaggi a foglia come lattughe e radicchio;
  • ortaggi a frutto come cetrioli, zucchine, zucche, peperoni, melanzane, pomodori;
  • ortaggi da fusto come sedano, finocchio, cardo;
  • ortaggi da seme: legumi ricchi di amido e proteine;
  • ortaggi da radice come ravanelli e carota;
  • ortaggi da tubero come le patate.

Dopo la raccolta gli ortaggi subiscono un deperimento di vitamine, anche se la conservazione è congelata, dovuto all'interruzione della loro attività metabolica: maggiore è il tempo trascorso tra la raccolta e il consumo.

Asparagi alla milanese

Gli asparagi alla milanese sono un secondo piatto di origine lombarda. In Lombardia questo ortaggio trova un terreno ideale per la sua crescita e il suo nome, nei vernacoli locali, varia da aspars a sparg e sparse.

Gli asparagi alla milanese si preparano unendo le uova e il grana e cuocendo l'ortaggio in piedi, dopo averlo ben pulito. E' preferibile utilizzare l'apposita pentola dotata di cestello a immersione con l'acqua che arriva fino al limite verde per favorire la cottura al vapore.

Gli asparagi vengono serviti disposti a raggiera sul piatto con le punte verso il centro e coperte con le uova cotte al tegamino all'occhio di bue e ricoperte con abbondante formaggio grana grattugiato. Questa ricetta si può realizzare con con l'ortaggio fresco, preferibile perché più saporito, ma vanno bene anche gli asparagi surgelati.

Ingredienti per 4 persone

1,500 kg di asparagi; 4 uova; 100 g. di burro; parmigiano grattugiato; sale.

Preparazione

Gli asparagi si tagliano cercando di mantenerli tutti alla stessa altezza e, con l'aiuto di un coltello, li si raschia bene per pulirli, lavarli e togliere la terra alle radici. Si legano e si lessano in una pentola dai bordi alti premurandosi che l'acqua arrivi a coprire metà gambo senza toccare le punte degli asparagi per favorire la cottura a vapore. Una volta cotti, scolarli e adagiarli in un piatto caldo con le punte rivolte al centro; cospargerli con abbondante parmigiano grattugiato. Rompere infine le uova in una padella e friggerle nel burro; appena pronte farle scivolare sopra gli asparagi e servire.

Condimento per verdure grigliate: carote al latte

Le carote al latte rappresentano un contorno dal sapore delicato e allo stesso tempo molto gustoso; sono di facile e veloce esecuzione e ben si affiancano a pietanze con un sapore più forte e robusto. Il retrogusto dolciastro delle carote, ulteriormente esaltato quando le si preparano con una cottura al latte, caratterizza questo ortaggio rendendolo un contorno gustoso e amato dai bambini, che lo apprezzano proprio per la sua particolare dolcezza.

La preparazione delle carote al latte avviene tagliandole a rotelle e spruzzandole con un goccio di vino bianco; la realizzazione termina immergendole nel latte e poi insaporendole con pepe e prezzemolo tritato.

Ingredienti contorno carote al latte

½ bicchiere d'acqua; 50 g di burro; 800 g. di carote; 300 ml di latte; pepe macinato; 1 ciuffo di prezzemolo tritato; sale: ½ bicchiere di vino bianco.

Preparazione

Raschiare le carote, tagliando loro le estremità e poi lavarle, asciugarle e tagliarle a rotelle non troppo sottili (almeno ½ cm). Porre in una casseruola capiente il burro e lasciarlo fondere; aggiungervi poi le carote, facendole rosolare per qualche minuto, e salare, pepare e versare il vino bianco e l’acqua. Lasciar cuocere fino al completo assorbimento del liquido, poi aggiungervi il latte e terminare la cottura a fuoco dolce (il liquido dovrà essere quasi del tutto evaporato). A cottura ultimata, cospargere le carote con il prezzemolo tritato e servire immediatamente.

Proprietà del carciofo

Il carciofo, cynaria scolymus appartiene alla famiglia di ortaggi del gruppo delle composite. Le caratteristiche per scegliere e riconoscere un buon carciofo sono la punta chiusa e compatta, le foglie esterne devono avere un colore verde scuro, mentre quelle interne devono apparire tenere e prive della peluria, il gambo  deve risultare tenero e esternamente privo di ammaccature.
Il carciofo - ricco di ferro - è un alimento dalle proprietà toniche e digestive dalle numerose qualità farmacologiche in grado di proteggere il fegato, ridurre il colesterolo, grazie alla Cinarina, una sostanza che stimola l'aumento del flusso biliare e della diuresi che contribuisce a ridurre i livelli, appunto, di colesterolo.

Un carciofo fresco di 100 - 300 gr. al giorno apporta il fabbisogno nutritivo necessario per beneficiare delle qualità di questo ortaggio garantendo la sua protezione per un lungo periodo. Affinché il carciofo mantenga le sue proprietà organolettiche integre non bisogna abusare di cotture e preparazioni troppo ricche di condimenti come le tradizionali preparazioni dei carciofi alla giudea o giudìa, le preparazioni sott'olio o i carciofi fritti.

Carciofi cotti con pentola a doppio fondo

Il carciofo, tagliato in piccole porzioni e privato delle foglie esterne più dure, si lava bene sotto l'acqua corrente, e si versano in una pentola a doppio fondo ben chiusa con il coperchio. Cucinare a fuoco lento e raggiunta l’ebollizione spegnere la fiamma e lasciare a riposo per un’ora senza togliere il coperchio.
Carciofi in pinzimonio o crudi

Utilizzare carciofi più piccoli e teneri e tagliarli in parti piccolissime. Le parti di carciofo in precedenza lavate andranno condite con olio, sale e limone.

Condimento per verdure grigliate: melanzane alla menta

La melanzana è una verdura molto apprezzata in cucina,, anche se spesso il suo utilizzo è limitato al condimento della pasta, oppure alla caponata di melanzane o, per ultimo, fatta a tocchetti in padella. Vi proponiamo una stuzzicante ricetta che vede la melanzana, una delle verdure estive per antonomasia, accompagnata dalla freschezza della menta.

melanzane alla menta grigliate

Quali melanzane scegliere?

Esistono diverse varietà di melanzana, dalla buccia viola scurissima a quelle tonde con la buccia chiara, e ancora quelle bianche. Per questa ricetta preferiamo delle melanzane lunghe, ma non eccessivamente grandi.

Ingredienti melanzane alla menta per 4 persone

  • 2 melanzane per circa 300 g. di peso
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 rametti di menta
  • sale, pepe, olio

Preparazione delle melanzane alla menta

Prendiamo le nostre melanzane ben sode e fresche, e volendo possiamo togliere la buccia con un pelapatate. Tagliamole a metà per il verso della lunghezza, e andiamo ad incidere la polpa al centro, creando una specie di rombo. Utilizziamo olio, aglio in camicia e sale per condire la melanzana, e mettiamo in forno caldo a 160 gradi, ricoprendo attentamente con della carta argentata bucherellata per evitare che si bruci la superficie.

Lasciamo in forno per circa un'ora, e poi andiamo a tritare tutta la polpa nel mixer, per poi posarla nuovamente nella buccia o in un piatto se l'abbiamo buttata. Tagliamo le foglie di menta a la julienne e copriamo la nostra polpa di melanzana. Condiamo con olio aglio e sale.