Le polpette, amate da adulti e bambini, sono uno dei piatti preferiti dagli italiani e presenti sulle tavole almeno una volta a settimana.

Le più comuni sono le polpette di carne, cucinate in mille modi diversi: fritte in padella da sole o con il sugo, cotte nel forno, più croccanti o più morbide, con la cipolla o senza.
Esistono però tante varianti di polpette, senza carne, inventate da vegetariani o dai cuochi che hanno sostituito le verdure con la carne.

Insieme alla carne, gli ingredienti immancabili per inserire nelle polpette di zucca e patate perfette sono il pangrattato, le uova e il parmigiano, che aiutano ad unire il composto e renderlo omogeneo e compatto.
I migliori chef consigliano di mantenere un equilibrio tra gli ingredienti secchi e quelli umidi, e il modo migliore è quella di bagnare una fetta di pane (meglio se integrale) e aggiungerla all’impasto in modo che non sia né eccessivamente morbido né sodo.

Il web ci permette di scoprire tante nuove ricette da poter provare a casa e oggi vogliamo condividere con voi una delle tante ricette pubblicate sul blog https://www.pianetadonne.blog/category/gastronomia/ricette/ .

Polpette di zucca e patate al forno: come prepararle

Le polpette hanno un apporto calorico molto alto, specie se fritte, ma le polpette di zucca e patate sono molto semplici da fare e molto buone, adatte ai bambini e anche agli adulti che vogliono mangiare sano. La cottura al forno e la mancanza di carne, rendono le polpette di zucca e patate meno caloriche, per questo si chiamano polpette light e possono essere accompagnate dalla maionese leggera o altre salse light.

Gli ingredienti di cui avete bisogno sono:

  • 2 etti di zucca;
  • 250g di patate;
  • 130g di cipolla;
  • 80g di soia testurizzata;
  • aglio e foglia di alloro;
  • pane grattugiato;
  • sale e pepe.

Iniziate a tagliare le patate, la zucca e la cipolla a fette e mettetele in forno a 180 gradi. Una volta tolte, lasciatele raffreddare. Nel frattempo reidratare la soia testurizzata con acqua fredda e aggiungete aglio e la foglia di alloro macinati.
Aspettate che la soia diventi più morbida e inserite il mix nel frullatore, così da ottenere un composto senza grumi.

Aggiungete al composto le patate, la cipolla e la zucca arrostite e mixate di nuovo, unendo sale e pepe al composto. Lasciate riposare il tutto in frigo per un ora.
Infine prendete l’impasto e formate le polpette, passandole nel pangrattato. Accendete il forno e cuocete le polpette per qualche minuto

Polpette di zucca e patate: il giusto metodo di cottura

Polpette di zucca e patate

L’errore comune, durante la preparazione delle polpette, riguarda il metodo di cottura: le polpette di zucca e patatte possono essere fritte, in umido o cotte al forno ma per cuocerli nel modo giusto è importante che l’impasto sia compatto, così da evitare che le polpette si aprano durante la cottura.
Successivamente, è molto importante cuocere le polpette a fiamma vivace e abbassarla solo quando le polpette di zucca e patate inizieranno a dorarsi, in modo da cuocere anche l’interno e renderle morbide dentro e croccanti fuori.

Meglio in padella o al forno?

Polpette di zucca e patate

Quando si preparano le polpette sorge sempre il dubbio: sarà meglio cuocerle al forno o in padella? Sebbene il fritto mantenga sempre il suo fascino, ogni polpetta va d’accordo con un tipo di cottura differente.

La frittura, ad esempio, è adatta per tutte le polpette ad impasto molto morbido e malleabile. Ad esempio, i falafel, le famose polpettine di ceci, tipiche dei kebab shop che stanno spopolando negli ultimi anni sono perfetti per essere fritti nell’olio bollente che gli conferisce una croccantezza esterna lasciano invariato il soffice più interno. Lo stesso vale per le polpette di zucca e patate

Che dire non c’è una regola generale, il tutto dipende anche dai nostri gusti personali, preferite più un piatto ricco e corposo oppure una ricetta light?

Nel primo caso il fritto è sicuramente quello che state cercando, se invece volete rimanere leggeri e fare un pasto salutare vi consigliamo la cottura al forno, decisamente meno pesante e più adatta ad una cena healthy.

Altre cotture

Ci sono anche altri modi di cuocere le polpette, uno dei più gettonati è in padella dentro il sugo bollito. Questa tecnica di cottura è ottima per mantenere le polpette soffici e umide. Il sugo, infatti, in fase di cottura inumidisce le polpette e viene assorbito conferendogli un sapore ricco ed una consistenza morbida e decisa.

Infine, potreste optare per la cottura al vapore, decisamente leggera e ottima per chi non ama utilizzare molto olio e molti condimenti. Per cuocere in questo modo avrete bisogno di un accessorio simile al Varoma tipico del Bimby. In questo modo mentre l’acqua bolle, potete mandare in cottura “al piano di sopra” le vostre polpettine al vapore. Sono molto indicate per la cottura al vapore le polpettine di pesce o di verdura.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Ristoranti calabresi a Roma: a tutto gusto!

prodotti tipici calabresi

La cucina calabrese è una delle tante e ricche tradizioni provinciali che abbiamo in Italia; l'impronta culinaria calabrese è inoltre molto legata al folclore e alle ricorrenze religiose come il Natale o la Pasqua. I ristoranti calabresi a Roma sono molti, dislocati in alcuni quartieri della capitale dal centro alla periferia, come ad esempio Casalbertone, San Paolo, Campo De Fiori ecc. la maggior parte di questi gestiti direttamente da persone originarie di quei posti.

Ristoranti stellati a Roma: scopriamo quali sono i migliori della Capitale

ristoranti stellati a roma

Mangiare in un ristorante stellato è un’esperienza che in molti desiderano fare per via dell’esperienza unica che ne deriva e che andrebbe la pena fare almeno una volta nella vita.

Ma come si diventa ristorante stellato? E quali sono i migliori ristoranti stellati a Roma?