Oggi parliamo della Ricetta della Banana Split alla nutella.

Da oltre un secolo, la banana split gusta ogni nostro palato. Ma come ha fatto questo dolce dal gusto americano a rapire anche gli italiani?

All’interno del continente americano, la banana split rappresenta una vera e propria istituzione, tanto da inaugurare un Banana Split Festival appositamente progettato a Wilmington nel continente dell’Ohio.  All’interno del territorio italiano, questa usanza culinaria sta un po’ sparendo, a causa del fatto che ormai sono davvero pochi i luoghi dove è possibile gustarla. A causa di ciò, non proprio tutti sanno davvero cosa rappresenta questo gustoso dolce estivo. Elemento costituente è proprio la banana, la quale viene tagliata di lungo (da qui l’espressione “spilt”, ovvero “divisa”.) e riempita di gustoso gelato al cioccolato fuso, che viene arricchita con altri topping e, se si amano le aggiunte gustose, si possono anche integrare delle noccioline, della panna montata e della frutta fresca. Comunemente si serve in un tipico piattino a barchetta ma, nel corso del tempo, sono state integrate altre varianti interessanti per cui si può anche gradire a pezzetti con una farcitura all’interno di bicchieri tipici per il frappè o, addirittura, frullata.

Per ciò che riguarda le origini di questo dolce fresco e fruttato, allora bisogna andare indietro nel tempo di circa un secolo, nell’anno 1904. Il luogo è in Pennsylvania, all’interno di un bar di Latrobe, all’interno del quale un certo David Evans Strickler era fortemente coinvolto nello studio di un gelataio di Boston, il quale aveva servito del gelato insieme ad una banana intera. L’idea aveva entusiasmato non poco e, per comodità e igiene, pensò di sottrarre la buccia e creare una versione del tutto personale di quella ricetta molto street. Il signor Evans tagliò la banana a metà e la farcì interamente di cioccolato e gelato, servendola ai clienti: il successo fu completamente inaspettato e, in pochissimo tempo, questo dolce comparve all’interno dei menu di moltissime catene di ristoranti, i quali come dessert lo promuovevano moltissimo. Non passò molto tempo prima che arrivasse in Europa, infatti negli anni 80 arrivò con estremo successo.

Ingredienti della versione classica

4 banane non troppo mature; 1/4 litro di gelato alla fragola; 1/4 litro di gelato alla vaniglia; 2 cucchiaio di panna fresca; 200 g di cioccolato nero; mezzo un limone; mandorle tostate e sbriciolate. Spezzare il cioccolato in piccoli pezzi e farlo sciogliere a bagno maria. Aggiungere la panna fresca e mescolare bene, fin ad ottenere un composto omogeneo. 

Una versione light della ricetta

Se volete provare una versione più leggera della ricetta, potete sfruttare la ricotta invece della panna. Ecco dunque cosa vi serve per una preparazione semplice semplice di questo dolce così ricco!

Ingredienti per la banana split light

  • 1 banana
  • 300 grammi di ricotta
  • cioccolato amaro in polvere
  • 1 cucchiaino di zucchero vanigliato
  • alcune ciliegie candite
  • sciroppo di fragola

Come nella versione normale, procediamo con il taglio del frutto in senso longitudinale, e appoggiamola direttamente sul piatto dove andremo a servirla. Prendiamo ora la ricotta e dividiamola in più parti: con i primi 100 grammi, andiamo a creare un impasto insieme allo zucchero vanigliato, che andrà a sostituire in questa ricetta della banana split light il gelato alla vaniglia. Disponiamola con un cucchiaio all'interno tra le due metà tagliate, facendo in modo che resti spumosa e soffice.

Con i secondi 100 grammi di ricotta, utilizziamo il cacao in polvere così da formare una versione spumosa e leggera che sostituisce il gelato al cioccolato.
Infine, con l'ultima parte di ricotta andiamo a creare il classico gusto alla fragola, mescolandola allo sciroppo di fragole, sempre realizzando una quenelle o una pallina che assomigli al gelato.
Concludiamo la preparazione andando a spolverare il tutto con del cioccolato amaro in polvere, e poi guarniamo con le ciliegie candite.

Ricetta della Banana Split alla nutella

La banana split alla nutella è la variante più conosciuta dopo la versione originale del classico dessert. Una merenda per i vostri figli sana e al tempo stesso molto invitante e gustosa. Fatevi aiutare dai vostri bambini e vi divertirete insieme.

Ingredienti per banana split alla nutella

Immagine rappresentativa della Banana split

  • 2 banane
  • 2 tuorli
  • 30 cl latte
  • 45 g. zucchero semolato
  • Panna montata q.b.
  • Nutella q.b.
  • 1 cucchiaino di vaniglia

Come si prepara la Ricetta della Banana Split alla nutella

La prima cosa che occorre fare per la variante della banana split alla nutella è la preparazione del gelato. Mettete sul fuoco un pentolino con il latte e portatelo a bollore. Incorporate lo zucchero e la vaniglia e lasciatelo riposare per una decina di minuti. A questo punto aggiungete i tuorli e il latte e mescolate con una frusta.

Riponete il pentolino sul fuoco, questa volta a fiamma moderata e continuate a mescolare. Quando si sarà formata una pellicola togliete il tutto dal fuoco, versatelo in una ciotola, fate raffreddare dopodiché mettete il gelato in congelatore.

Dopo circa tre ore, tirate fuori il vostro gelato e iniziate a preparare questo gustosissimo dessert. Tagliate le banane in due, spalmateci sopra una velo di nutella e richiudete. Disponete le due banane su una scodella ovale, guarnite con delle palline di gelato che avete in precedenza preparato.

Infine prendete la panna montata, con l’aiuto di una spatola versatela in una sac-à-pochè con il beccuccio a stella e fate dei ciuffi sopra il gelato.

A questo punto date libero sfogo alla vostra fantasia per la guarnizione. Vi possiamo consigliare di utilizzare del caramello, della granella di nocciole, delle fette di frutta caramellata, degli sciroppi o semplicemente dei liquori.

La si può tagliare anche in tre parti, disporle come base in una piccola ciotola e su ogni pezzettino metterci sopra una pallina di gelato con sopra della panna montata. Guarnirle a vostro piacimento.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Osterie romane: eccone alcune delle più caratteristiche

Le migliori osterie romane

La magnifica città di Roma oltre ad essere ricca di gloriose testimonianze del suo passato, offre la possibilità ai suoi visitatori ma anche ai suoi abitanti, di mangiare all'interno di caratteristiche e allegre osterie romane economiche, i piatti tipici della tanto apprezzata cucina, dislocate nei quartieri della città. Più belli in assoluto sono quelle che si trovano nei quartieri centrali, come ad esempio Trastevere, tipico quartiere romano, o come Testaccio, Campo De' Fiori ecc.

Enoteche a Roma: consigli per veri amanti del vino!

bicchiere vino

La classe e lo stile di una buona Enoteca - Wine Bar a Roma non ha eguali. Sorseggiare un buon vino tra le strade della capitale ha un fascino che ti strega e ti ammalia. Sempre più romani scelgono infatti come luogo di incontro le enoteche e i wine bar della capitale; al loro interno si può discutere comodamente e in maniere piuttosto riservata con amici e conoscenti e si possono trascorrere dei momenti di relax con il proprio lui/lei.