L'insalata di riso è il piatto estivo per eccellenza: non solo perché la si può gustare subito dopo averla estratta dal frigo, così da rinfrescare il palato, ma anche perché la si può preparare in grandi quantità in anticipo, in modo da averla a disposizione per due o tre giorni e non essere costretti a mettersi ai fornelli ogni volta. Le varianti possibili sono molte, ma non bisogna pensare che si tratti di una pietanza così semplice da realizzare: la scelta degli ingredienti, infatti, è molto importante, a cominciare dal riso. Simile all’insalata di riso è l’insalata di farro, altro piatto eccellente per l’estate (a tal proposito vi proponiamo la versione che gli amici di Cucina Allweb360 hanno realizzato, una insalata di farro con con aggiunta di zucchine, ottima anche per vegetariani e vegani).

Come scegliere il riso

Il Ribe è senza dubbio la tipologia di riso più comune a cui si può fare riferimento per cucinare l'insalata di riso: il suo pregio più evidente è quello di tenere la cottura senza rischiare che scuocia. In alternativa, si può optare per il Baldo, che si fa apprezzare per la sua consistenza, o per il Carnaroli, senza dimenticare l'Arborio, che si caratterizza per la resistenza e per le dimensioni piuttosto voluminose dei chicchi. La cottura del riso (tenendo conto dell'importanza di non superare i 100 grammi per ogni dose) deve essere effettuata in acqua salata: una decina di grammi di sale per ogni litro di acqua.

Ricetta per l'insalata di riso: come cuocerlo

Tenendo conto che ci vogliono 500 grammi di acqua ogni 100 grammi di riso, quest'ultimo deve essere buttato solo nel momento in cui l'acqua è in pieno bollore: ciò che conta è prestare attenzione alle indicazioni che sono riportate sulla confezione del prodotto, ricordando che un riso un po' al dente è sempre da preferire rispetto a un riso un po' scotto, il che vuol dire che è meglio tenerlo sul fuoco un minuto in meno che un minuto in più. Dopo che è stato tolto dall'acqua di cottura, il riso deve essere scolato e passato sotto l'acqua corrente, in modo tale che possa essere sciacquato.

Gli ingredienti per la Ricetta per l'insalata di riso

Come si è detto, le possibili varianti per la farcitura dell'insalata di riso sono molteplici, dal pesce alla carne, dalle uova ai formaggi, senza dimenticare le verdure. Bisogna, però, evitare gli accostamenti troppo forti: se si mette il tonno, per esempio, sarà bene non inserire gli affettati. Per quel che riguarda i formaggi, quelli dal gusto più intenso, come la provola o l'emmental, rischiano di sovrastare tutti gli altri sapori se non si presta attenzione alle dosi: meglio puntare sulla fontina, che di sicuro è più delicata.

Le verdure

Ricetta per l'insalata di riso

Per quel che riguarda le verdure, ci si può sbizzarrire tra quelle sott'olio, quelle sott'aceto, quelle fresche e quelle in scatola, cotte al vapore: dalle cipolline ai piselli, dalle carote ai pomodori, dai cetriolini alle zucchine, ce n'è per tutti i gusti. Ogni ingrediente deve essere affettato o tagliato a cubetti: una volta unito il riso, non c'è altro da fare che versare un filo di olio extravergine di oliva. Attenzione, invece, al sale: nel riso è già stato messo, e in più gli ingredienti molto saporiti come i formaggi o i salumi potrebbero rendere inutile il ricorso a sapori ancora più forti.

Versione estiva alla marinara

Ricetta per l'insalata di riso

Potete condire l'insalata di riso in molti modi diversi; aggiungendo pomodori, mais, tonno, olive, salumi, uova sode, verdure di stagione o pesce ma anche altri ingredienti in base ai vostri personali gusti o a seconda di quello che avete in frigorifero.

Nella versione alla marinara, l’insalata di riso diventa un piatto originale. Potete condire il riso in modo differente con del tonno, delle acciughe, del salmone, gamberetti, pomodori, olive e capperi. La preparazione ideale per coloro che amano i primi piatti a base di pesce e vogliono gustare un’insalata di riso fresca e nutriente. Dopo aver cotto il riso, ponetelo sotto l'acqua fredda per raffreddarlo, quindi, conditelo con olio evo e origano. Potete aggiungere il salmone affumicato a pezzetti o anche del salmone fresco appena scottato in padella, il tonno sott’olio, i gamberetti, delle acciughe, cubetti di pomodoro ed uno spicchio d'aglio tritato. Amalgamate tutti gli ingredienti e lasciate riposare il riso per fargli prendere sapore. Si tratta di un piatto veloce e semplice da preparare, che si adatta ad un buffet, ad una cena fredda o ad una gita fuori porta.

Ricetta per l'insalata di riso: l’esotica ai gamberi e melone

Ricetta per l'insalata di riso

Se desiderate preparare un'insalata di riso che ricordi i sapori esotici, l'abbinamento fra i crostacei e la frutta sarà l'ideale. In questa ricetta prepareremo l'insalata di riso con gamberi e melone che rappresenta una pietanza dal gusto freschissimo ed originale che stupirà i vostri ospiti sia che si tratti di un buffet oppure di una cena fredda in piedi. La dose per 4 persone prevede di lessare 350 gr di riso e poi farlo raffreddare. Intanto lessate mezzo chilo di gamberi e sgusciateli. Condite il riso con olio, limone, i gamberetti e del melone tagliato a cubetti. Se volete, inoltre, potete insaporire ancora di più il vostro riso condendolo con una crema a base di maionese e paprika

Mediterranea con melanzane sott'olio e feta

Ricetta per l'insalata di riso

L'insalata di riso alle melanzane sott’olio e feta è la ricetta perfetta per coloro che amano mescolare i fra loro i sapori mediterranei usando come ingrediente il classico formaggio greco e le melanzane sott'olio insieme a dei saporiti pomodori ciliegino, del peperoncino e le erbe aromatiche. Per 4 persone la ricetta prevede di condire 350 grammi di riso lesso con qualche cucchiaio di olio delle melanzane, 300 grammi di pomodori ciliegino tagliati in 4 e 250 grammi di feta a cubetti. Insaporite poi con del peperoncino ed un misto delle vostre erbe aromatiche preferite. Aggiungete infine le melanzane sott'olio e lasciate riposare il tutto finché il riso si sarà insaporito.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Ristoranti biologici a Roma: ecco una lista dei più famosi

ristoranti biologici a roma

Ormai i prodotti biologici sono presenti anche sulle nostre tavole. Anche alcuni ristoranti hanno preferito volgere a questa tipologia di prodotti proponendo piatti composti solo da ingredienti biologici. Sono sempre di più i ristoranti biologici a Roma molti di questi dislocati nei vicoli del centro storico della Capitale e non solo... anche pressi i quartieri più periferici è possibile trovare tale tipologia di ristoranti.

Eataly Roma: sveliamo tutti i segreti della qualità Made in Italy

Eataly Roma

Il più grande obiettivo di Eataly è dunque quello di mostrare come la qualità sia a portata di tutti per reperibilità e prezzi accessibili.
Eataly apre il suo primo punto vendita a Torino nel 2007, ma si è ben presto diffuso, motivo per cui oggi vi parleremo di Eataly Roma e delle sue di unicità.