I pomodori ripieni di riso sono un piatto gustoso e veloce, comodo da cucinare nelle giornate d'estate per gustarli freddi anche il giorno dopo! L'accostamento riso-pomodoro è quanto di più semplice e gustoso. Spesso i pomodori al riso vengono preparati in occasione di picnic e gite al mare come anche l'insalata di riso e la pasta fredda, proprio per la facilità di esecuzione e per la possibilità di contare su un piatto freddo ma al tempo stesso stuzzicante, specie se accompagnato da patate al forno.

Ingredienti dei Pomodori al riso per 4 persone

  • 4 pomodori rossi grossi e maturi
  • 300 gr di riso carnaroli
  • 1 mozzarella
  • 4-5 capperi
  • 1 spicchio d'aglio
  • parmigiano
  • basilico
  • olio
  • sale
  • pepe

Preparazione del piatto

Lavate bene i pomodori e tagliate la calotta superiore. Ricordatevi di non buttarla perché verrà utilizzata come coperchio!
A questo punto con un cucchiaio svuotateli e tenete da parte in un piatto i semi, la polpa e anche il succo.
Lasciate scolare per qualche minuto i pomodori a testa in giù; nel frattempo unite il riso (crudo,ovviamente.. si cuocerà in forno!) alla polpa, i semi e il succo. aggiungete il parmigiano, il basilico, l'aglio tritato, i capperi, metà mozzarella a cubetti, sale, pepe e olio.

Posate i pomodori sulla carta da forno in una teglia e riempiteli con il riso; attenti a non riempirli troppo altrimenti il riso, crescendo, fuoriesce! aggiungete qualche pezzettino di mozzarella e chiudete il pomodoro con la calotta superiore precedentemente tagliata.
Se avanza un pò di riso versatelo sulla carta da forno tra un pomodoro e l'altro: darà ancora più sapore al piatto!

Nel forno a 180° lasciate cuocere i pomodori per 40 minuti circa, fino a quando la calotta non si sarà dorata.
servite caldi, tiepidi o anche freddi!

Come preparare le patate al forno per i Pomodori al riso

pomodori col riso

Il contorno classico dei pomodori con il riso sono le patate al forno. Queste possono essere tagliate a tocchetti, tagliate a bastoncini o con o senza buccia.

Ingredienti

  • 1 Kg di patate
  • Rosmarino q.b.
  • Aglio q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Prendete le patate, sbucciatele una alla volta e riponetele in una ciotola. Quando le avrete sbucciate tutte, sciacquatele con dell’acqua fredda. Fatele asciugare su un canovaccio o su della carta assorbente. Tagliate le patate a tocchetti piccoli su un tagliere.

Potete scegliere se cuocere le patate assieme ai pomodori oppure di metterli in un’altra teglia. Noi vi consigliamo di cuocerli insieme perché prenderanno il sapore dei pomodori e perché hanno più o meno lo stesso minutaggio di cottura e di conseguenza vi eviterete di sporcare due teglie.

Una volta tagliate tutte le vostre patate, versate un filo d’olio su una teglia da forno, metteteci all’interno i tocchetti di patate. Versateci altro olio e con le mani mescolate bene il tutto. Condite con sale e pepe, aggiungete qualche rametto di rosmarino e un paio di spicchi d’aglio.

Non vi rimane che cuocerle. Mettete la teglia in forno preriscaldato e cuocete a 180°C per circa mezzora. Il tempo di cottura potrebbe variare in base alla grandezza in cui sono state tagliate. Toglietele dal forno aggiustate di sale e servitele a tavola bollenti. Le patate al forno non devono essere molli e devono avere almeno una parte croccante che è quella che è rimasta più a lungo a contatto con la teglia.

Quale vino è possibile abbinare?

I pomodori con riso è un piatto che tendenzialmente viene preparato durante il periodo estivo, la sua particolarità sta nel condimento speziato e nel suo gusto acido. Proprio perché bisogna contrastare l’acidità del pomodoro occorre abbinarlo a un vino sapido e morbido, che potrebbe essere un Frascati Superiore della cantina Poggio Le Volpi oppure un Verdicchio dei Castelli di Jesi.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Enoteche a Roma: consigli per veri amanti del vino!

bicchiere vino

La classe e lo stile di una buona Enoteca - Wine Bar a Roma non ha eguali. Sorseggiare un buon vino tra le strade della capitale ha un fascino che ti strega e ti ammalia. Sempre più romani scelgono infatti come luogo di incontro le enoteche e i wine bar della capitale; al loro interno si può discutere comodamente e in maniere piuttosto riservata con amici e conoscenti e si possono trascorrere dei momenti di relax con il proprio lui/lei.

Ristoranti per Comunioni a Roma: quale scegliere?

Immagine di ristorante per comunione a Roma

Chiesa, ristorante, catering. Tutti argomenti che vanno affrontati con la dovuta calma e attenzione. Riportiamo di seguito una serie di consigli utili per chi cerca un ristorante dove festeggiare la Comunione a Roma, proponendovi una selezione di location di vario tipo suddivisa in zone/quartieri della capitale.