Vi invitiamo a realizzare questa antica ricetta di torta ai formaggi che secondo gli storici deriva dal pasticcio ai formaggi, una ricetta contadina veloce e nutriente: i formaggi avanzati venivano cotti insieme in un calderone e poi serviti come condimento. Una ricetta del genere, rapida e gustosa, è l'ideale come antipasto o come piatto unico. Infatti il valore nutritivo degli ingredienti presente può alzarsi notevolmente fetta dopo fetta. Ovviamente si può realizzare in varie varianti come ad esempio la torta con formaggio spalmabile o la torta ai 4 formaggi.

Vediamo dunque come preparare questa torta ai formaggi: il consiglio è quello di andare alla ricerca di caseifici D.O.C., e di utilizzare prodotti freschi e di provenienza controllata: infatti più il formaggio sarà di qualità, maggiore sarà la bontà del piatto! Cercate di evitare dunque prodotti dei banchi frigo dei discount, e cercate di fare spesa nei negozi bio dove trovare gorgonzola e aleggio D.o.P. qualitativamente ottimo!

Ingredienti della Torta ai formaggi

  • 200 grammi di farina
  • 100 grammi di burro
  • 100 grammi di taleggio
  • 100 grammi di gorgonzola
  • 100 grammi di scamorza
  • parmigiano
  • 2 decilitri di latte
  • uova 4
  • una spolverata noce moscata
  • pizzico di sale

Preparazione torta ai formaggi

In un contenitore mantecate il burro ammorbidito a temperatura ambiente con la farina e il sale (per miscelare bene aggiungete un po' d' acqua); dopo aver impastato per bene formate un panetto e conservatelo per 2 ore in frigorifero.

Stendete il panetto con un mattarello e posizionate la sfoglia ottenuta in una tortiera imburrata e infarinata.
In una ciotola versate il latte, aggiungete le uova, il parmigiano grattugiata, il sale e la noce moscata grattugiata e sbattete con una frusta.

Spezzettate finemente i formaggi e uniteli al composto della ciotola. Versate infine il composto nella tortiera e cuocete in forno a 180 gradi per 30 minuti. Servite dopo aver fatto riposare per almeno mezzora, evitando di tagliare la torta ai quattro formaggi quando è ancora calda, in modo che non si frantumi.
Buon appetito e se volete, accompagnate questo ottimo piatto (ideale anche come antipasto o per un aperitivo rustico) con degli affettati, salame in primis e un buon vino bianco!

Se volete potete accompagnare questa pietanza anche con gli affettati: molto utilizzata è infatti questa ricetta per preparare delle colazioni speciali, come ad esempio a Pasqua. Si tratta di una torta di formaggio molto faticosa da digerire, se consumata in eccesso, per cui cercate di regolarvi con le porzioni, e non esagerate.

Una variante di pizza saporita

immagine di torta ai formaggi

Un classico delle tradizionali ricette di Pasqua è la pizza al formaggio, diffusa in particolare nelle zone del centro Italia, nelle regioni Umbria e Marche. Si tratta di una sorta di torta al formaggio Umbra, farcito con dei tocchi di formaggio e condito con pepe. Vediamo come preparare la tradizionale pizza di Pasqua al Formaggio, per la colazione delle festa più importante per i cristiani, da accompagnare con salame e affettato.

Il consiglio è quello di rivolgersi per la ricetta direttamente dalle "nonne" dei paesi in cui tradizionalmente viene preparata già da settimane prima la ricetta specifica. Infatti, ogni singolo passaggio nasconde un segreto: non solo la scelta degli ingredienti, ma anche la lievitazione e soprattutto la fase di cottura nel forno. La ricetta è dunque veramente "hard" ed è consigliata ai cuochi più esperti

Ingredienti pizza di Pasqua

1 chilo e 300 grammi circa di farina

5 uova

250 grammi di pecorino romano grattugiato

200 grammi di pecorino fresco

150 grammi di lievito di birra

olio, sale, pepe

qualche pizzico di zucchero

1 tazza di latte fresco

150 grammi di strutto

Preparazione pizza pasqualina (variante della Torta ai formaggi)

Per un'ottima pizza al formaggio di Pasqua, è necessario iniziare e impastare e lievitare molte ore prima della preparazione e cottura. Conviene impastare la farina con il lievito bagnato nel latte tiepido, lo zucchero, e lasciare l'impasto coperto da un panno per tutta la notte.

In una ciotola andiamo a creare un composto con le uova, il sale, il pecorino romano grattugiato ed il pepe. Andiamo a mescolare e far amalgamare il tutto con la frusta. Questo composto va aggiunto all'impasto sempre anteriormente al primo stadio di lievitazione. Lavoriamo bene tutto senza che rimangano buchi nell'impasto. Copriamo al caldo e lasciamo lievitare.

Il giorno dopo possiamo ungere lo stampo per la nostra pizza di Pasqua con lo strutto; tagliamo ora a tocchetti il formaggio pecorino fresco, aggiungendolo nell'impasto e mescolandolo bene all'interno. Mettiamo ora l'impasto negli stampi, fino a riempirne la metà, e lasciamo lievitare per la seconda volta, ovvero finché non raggiunge il doppio delle dimensioni e fuoriesce leggermente dallo stampo (diciamo di una altezza di circa 25 cm per 15 cm di larghezza). Diamo una spennellata di uovo sbattuto sulla superficie e inforniamo a circa 180 gradi, per poco più di un'ora.

Verso la fine della cottura proviamo con lo stecchino se l'interno è cotto o meno: quando esce asciutto, la pizza di Pasqua al Formaggio è pronta.

Cos'è e a cosa serve la pasta brisè?

La pasta brisè ha origine francese ed è molto utilizzata per coprire torte salate tra cui la famosa Quiche Lorraine; il termine brisè significa “sbriciolata”, probabilmente perché si riferisce alla consistenza della pasta durante la lavorazione.

Vediamo dunque come preparare questa ricetta, che sarà la base di partenza per tanti altri piatti: infatti la pasta brisè si adatta molto per essere la base di rustici e altre torte salate, meglio se con ingredienti che non rilascino troppa acqua in fase di cottura.

Ricetta per la pasta brisè: Ingredienti

  • 70 ml di acqua ghiacciata
  • 200 gr di farina
  • 100 gr di burro freddo di frigo
  • sale

Preparazione

In un frullatore mettete la farina, il burro a dadini e un pizzico di sale; frullate fino ad ottenere un composto “sbriciolato” e poi ponete il composto a fontana su una superficie fredda (marmo, metallo, vetro..).
Unite pian piano l’acqua gelata e mischiate velocemente fino a ottenere una pasta elastica.

Lasciate in frigo la pasta brisè avvolta in pellicola trasparente e lasciatela riposare per 40-50 minuti: dopo potrà essere utilizzata per le vostre ricette sfiziose! In particolare, questo tipo di supporto può essere utilizzato (ed eventualmente anche congelato per usarlo in seguito) per andare a creare ottimi antipasti salati! Ricordatevi che, a differenza della pasta frolla, non contiene uova, e dunque sarà più complicato ottenere un effetto "legato" della nostra sfoglia!

Ricetta per la pasta brisè senza burro

Oggi giorno ci sono moltissimi intolleranti al lattosio, moltissime persone che soffrono di colesterolo e anche moltissimi vegetariani o vegani che hanno scelto di non mangiare carne animale e i loro derivati. Per questo motivo la pasta brisé senza burro è un ottima variante della pasta brisé classica. Si diversifica da quest’ultima anche perché non occorre farla riposare in frigorifero ma può essere utilizzata subito.

Al posto del burro utilizzeremo l’olio di oliva extravergine, questo ovviamente non la renderà più leggera.

Ricetta per la pasta brisè: ingredienti

Ricetta per la pasta brisè

  • 300 gr di farina 00
  • 200 gr di acqua
  • 180 gr di olio d’oliva extravergine
  • Sale q.b.

La preparazione di questo impasto base è veramente semplice e veloce. Setacciate la farina sul vostro tavolo da lavoro o su una spianatoia, formate la classica fontana e versateci al centro l’olio, l’acqua e un pizzico di sale. A questo punto iniziate a lavorare il tutto con le mani, impastando energicamente fino a quando non avrete ottenuto un composto liscio ed omogeneo. Formate una palla.

Come abbiamo detto in precedenza, il fatto di non utilizzare il burro che con il calore delle vostre mani si sarebbe sciolto fa si che possiate utilizzare la vostra pasta immediatamente.

Posizionate l’impasto su un foglio di carta da forno e con l’aiuto di un mattarello stendetela. A questo punto potete sbizzarrirvi, potete utilizzarla per realizzare ottime tartellette ripiene di marmellata, potete utilizzarla per preparare delle sfiziose torte salate oppure per deliziare i vostri ospiti con cornetti e pasticcini dolci o salati.

Come si conserva

Come tutti gli impasti base di pasticceria, anche la pasta brisé può essere conservata in freezer, ovviamente prima deve essere avvolta in della pellicola. Potete conservare la vostra pasta come quella che comprate al supermercato. Mettete l’impasto su un foglio di carta da forno e stendetelo. A questo punto arrotolate su se stessa la pasta insieme alla carta da forno, sigillate i lembi e riponetela nel congelatore.

Autore: Enrico Mainero LinkedIn
Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).