Le zucchine ripiene sono un piatto che è ottimo come antipasto, delizioso e colorato, vi proponiamo una ricetta di zucchine ripiene di prosciutto cotto  e formaggio… ma voi potete variare con una moltitudine di altri ingredienti!

Per preparare questa ricetta bastano pochi minuti e poca esperienza, e potrete stupire i vostri ospiti senza dove mettere la cucina sottosopra. Provare per credere!

La Ricetta delle zucchine ripiene: ingredienti (senza carne e uova)

  • 4 zucchine;
  • 100 g di Emmenthal;
  • 100 g di prosciutto cotto;
  • 1 uovo;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • Pane grattugiato;
  • Parmigiano;
  • Sale;
  • Pepe.

Preparazione del ripieno per le zucchine. Con il bimby è troppo semplice!

Lavate bene le zucchine da fare ripiene e lessatele in acqua bollente salata per almeno 10 minuti. Aspettate che si raffreddino in uno scolapasta e con un cucchiaio svuotatele del ripieno, che metterete in una padella. Nella padella aggiungete olio, sale e pepe e mantecate a fuoco vivo.

Tagliate il prosciutto e il formaggio emmenthal a dadini e in un recipiente versate la polpa delle zucchine interna rosolata, una manciata di pane grattugiato, parmigiano, l’uovo, il formaggio emmenthal e il prosciutto cotto. Amalgamate bene il tutto.

In una teglia da forno ponete le "barchette" vuote lessate e riempitele del ripieno; spolverate un po’ di parmigiano grattugiato sopra e infornate a 180°. Lasciatele nel forno fino a quando non si saranno dorate. Le vostre zucchine ripiene sono pronte da servire in tavola, accompagnate da un buon vino bianco fresco: l'ideale per un pranzo estivo!


La Ricetta delle zucchine ripiene: la versione per vegetariani (possibili varianti senza glutine)

Volete stravolgere la ricetta delle zucchine ripiene e provare una versione completamente vegetariana? Sembra strano fare un ripieno di verdure... con altre verdure, ma tentate ed il risultato sarà senza dubbio impressionante.

Questo piatto è ottimo per chi è a dieta, perché veramente leggero e fresco, da realizzare anche in estate. Ecco dunque la versione vegetariana.

Ingredienti per dei piatti unici e/o per delle torte salate

La Ricetta delle zucchine ripiene

  • 6 zucchine tonde;
  • 5 cime di broccoli;
  • 300 g di ricotta;
  • zafferano;
  • mezza cipolla bianca;
  • una manciata di pinoli.

Prendiamo queste gustose cucurbitacee e mondiamole per bene delle punte e dei semi interni. Appoggiamole su una teglia oleata o con carta da forno, pronte per essere riempite.
Intanto andiamo a far bollire le cime dei broccoli, fatte a pezzi molto sottili, in acqua salata. Quando saranno morbidi, scoliamo e mettiamoli in un mixer insieme agli altri ingredienti: la cipolla tritata, un cucchiaino di zafferano, la ricotta. Frulliamo tutto fino a ottenere una crema densa. Mettiamo il ripieno nelle zucchine e copriamo tutto con i pinoli.
Lasciamo cuocere in forno per circa 10 minuti a 180 gradi. Vi renderete conto del grado di cottura verificando la tostatura ed il colore dei pinoli!

Scegliere le zucchine nella dieta vegetariana

Tra le diete, quella vegetariana, è sicuramente quella che garantisce il maggior numero di soddisfazioni in termini di salute e valori nutrizionali. Questi tipi di dieta si basano sul consumo di piatti vegetariani molto vari e colorati (esclude il consumo degli alimenti di origine animale). Ricordiamo che ci sono diversi filoni di vita vegetariana, che escludono dall'alimentazione la carne animale di ogni specie ed altri prodotti culinari che provengono all'allevamento.

Ovviamente alcune persone sono costrette a seguire una dieta vegetariana per motivi di salute (anche se l'Unicef sconsiglia le diete che escludono il latte animale durante l'allattamento). Molto importante ricordare, a quanti siano intenzionati a capire quali siano le potenzialità dei piatti della dieta vegetale, che alcune associazioni di medici sostengono che le diete vegetariane procurerebbero molti benefici rispetto ad una dieta carnivora: aiutano a impedire molti tipi di patologie.

La Ricetta delle zucchine ripiene: sapevi che si può anche creare un buon sugo con questi ortaggi?

La zucchina appartiene alla famiglia delle cucurbitacee; con bassissimo valore calorico, sono ricche di vitamine A e C, e nell'antichità venivano utilizzate principalmente per favorire il sonno nonché per l’effetto benevolo che creano sulla pelle. Con questo prodotto ci si può realmente sbizzarrire in cucina, tra antipasti, primi piatti, contorni e secondi piatti nutrienti e squisiti. Il sapore così delicato della zucchina viene solitamente accostato ad un sapore più forte come quello di un formaggio; molto spesso sono accompagnate da latticini quali la ricotta.

I primi piatti a base di questa delicata verdura sono numerosi: oltre alle classiche paste fredde con zucchine e pomodorini, si ricordano anche in alternativa la carbonara alle zucchine, oppure riso salmone e zucchine… Per stupire i vostri ospiti potete preparare una crema di zucchine con polpa di granchio da far leccare i baffi! Basta stufare le zucchine con il porro e una noce di burro, aggiungere il brodo vegetale, e passare il tutto in un passa-verdure…et voila! Una pasta succulenta dal gusto prelibato!

Ricette per valorizzare le zucchine. Buone quelle gratinate al forno

Come secondo piatto ci si può divertire con grandi quantità di ricette, dalla più semplice come la frittata con le zucchine, alle più complesse come le zucchine fritte in pastella con uova e farina. Questi vegetali sono anche adatti per essere trifolate e condite con sale e olio extravergine, così da accompagnare qualsiasi tipo di secondo piatto, dalla carne al pesce, mantenendo sempre il loro basso valore calorico.

I lati negativi dei piatti vegetariani (anche quelli con le patate)

Il consumo di piatti vegetali presenta chiaramente degli aspetti negativi, che vanno a colpire la salute umana. Come prima cosa ricordiamo che è assente la vitamina B12 in tutti gli alimenti vegetali. Si consiglia dunque una aggiunta nei piatti in oggetto di un integratore a base di vitamina B12, per evitare conseguenze neurologiche. Controllare spesso i livelli della vitamina B12 risulta dunque un processo che si consiglia vivamente (i sintomi da carenza potrebbero essere difficili da riconoscere).

Durante il primo periodo di vita e nell'età dello sviluppo il consumo di soli piatti vegetariani, rischia di causare una deficienza di ferro, zinco, vitamina D e calcio, senza contare un insufficiente apporto calorico. Per quanti abbiano utilizzato questo tipo di tecnica, ricordiamo che l'utilizzo di soia in una dieta vegetariana (per compensare il mancato apporto di proteine) può portare dei rischi (nella soia sono presenti fitoestrogeni e antinutrienti).