Lasciamo cuocere il salmone per circa 30 minuti in abbondante acqua salata, aromatizzata con sale, pepe, alloro e il limone a fette. Scoliamo il salmone e mettiamolo su un piatto, spellandolo delicatamente. Andiamo a spennellarlo con la gelatina preparata in precedenza: basta una confezione. Andiamo a guarnire il nostro piatto di salmone con ingredienti a piacere: uova sode, ravanelli, carote, peperoni, ecc.

Ogni anno la storia è la stessa: in casa ci troviamo con almeno un paio di pandori ancora da consumare, con il Natale già ben lontano. A volte il pandoro è ancora intero, nella sua scatola di cartone colorato, altre volte invece i “resti” sono solo alcune fette ben chiuse nel sacchetto di plastica. Per evitare di mangiare pandoro per vari giorni a colazione, possiamo cominciare a considerare questa pasta lievitata dolce e golosa come una base per numerose ricette sfiziose. 

Le zucchine ripiene sono un velocissimo piatto che si adatta sia come antipasto, squisito e colorato, che come secondo piatto oppure contorno; vi proponiamo di seguito una ricetta di zucchine (preferibilmente rotonde) ripiene di formaggio e prosciutto cotto… ma voi potete sbizzarrirvi con una moltitudine di altri ingredienti!

I crauti sono una delle tante denominazioni che assume una qualità di cavolo cappuccio, in particolare quando viene sottoposto ad una particolare preparazione per diventare un tipico contorno delle zone dell'Europa Continentale. Infatti, col termine crauti andiamo ad indicare etimologicamente dal tedesco nient'altro che erba. Ma in realtà sono diventati il contorno per antonomasia della cucina tedesca.

Pochi conoscono l'esistenza di una particolare qualità di riso, il riso rosso, ottenuto dalla fermentazione del normale riso da cucina per mezzo del lievito rosso. Il riso rosso fermentato non è semplicemente una varietà curiosa da presentare in tavola, ma è molto importante per le sue caratteristiche terapeutiche, in particolare contro il colesterolo.

Ecco alcuni consigli per realizzare delle ottime ricette di antipastidedicati a chi ha scelto di seguire la dieta vegetariana. Chi l'ha detto che vegetariano significa privo di gusto e sapore? Proponiamo alcune ricette di antipasti vegetariani per ogni occasione, in grado di convincere anche gli ospiti più restii che non di sola carne è fatta la cucina. Buon appetito!

La polpetta è una pietanza che viene mangiata come primo o secondo piatto, fritta oppure lessa o anche al forno. Esistono tantissime varietà di ricette per le polpette di carne, dalle più semplici alle più elaborate: solitamente sono a base di carne tritata con uova e pangrattato come ingredienti leganti.

Vediamo qualche interessante ricetta di pasta fredda da proporre durante un pranzo estivo, in riva al mare oppure per una serata rilassante in casa con qualche amico. In particolare, proponiamo la ricetta di pasta fredda pecorino e zucchine, un semplice piatto di verdure da gustare nelle calde giornate d’estate!

La cucina romana è una delle arti culinarie che più piace agli italiani; è semplice, genuina e molto gustosa. La cucina romana viene gustata e apprezzata proprio grazie ai suoi sapori rustici e il suo gusto intenso e gradevole al contempo; è inoltre molto facile da preparare a casa e pur non essendo cuochi provetti o chef d'eccezione.

L'Arancina è una specialità tipica della cucina siciliana ed è una palla di riso fritta, del diametro di 8 - 10 cm, farcita con ragù, mozzarella e piselli. Il suo nome deriva dalla forma e dal colore simile ad un'arancia. .

Le forme, le dimensioni e i ripieni dell'arancina di riso variano spesso di città in città; nella parte orientale dell'isola, ad esempio, essi possono assumere anche una forma conica.

Le origini dell'arancina siciliana

Si presume che l'arancina venne importata in Sicilia dagli arabi, che durante i pasti consumavano abitualmente riso e zafferano condito con erbe e carne.

L'invenzione della panatura invece viene spesso fatta risalire alla corte di Federico II, quando si cercava un espediente per il trasporto della pietanza in viaggi e battute di caccia. Una ricorrenza palermitana, durante la quale ancora oggi è tradizione mangiare arancine, è il 13 dicembre in occasione della festa di Santa Lucia.

Ricetta arancina di riso per 15 persone

Ingredienti

500 gr. di riso (arborio o roma); 1 busta piccola di zafferano; formaggio; 350 gr. di carne trita mista (anche con maiale); 150 gr. di piselli piccoli; 200 gr. di salsa di pomodoro; 150 gr. di formaggio grattugiato (meglio se caciocavallo); 200 gr. di farina; 400 gr. di pangrattato; sale; pepe.

Preparazione

Occorre in primis lessare il riso in una pentola d’acqua salata, aggiungendo durante l’ebollizione la bustina di zafferano. Quando il riso sarà pronto e giallo, grazie allo zafferano, aggiungere due o tre cucchiai d’olio per evitare che possa risultare troppo colloso a causa dell’amido e successivamente il caciocavallo grattugiato; girare il tutto con un cucchiaio e lasciare riposare mentre si prepara il ripieno.

Soffriggere in un tegame la carne trita, aggiungervi sale e pepe, unire la salsa di pomodoro e infine i piselli, precedentemente sbollentati in acqua salata. Lasciare cuocere per almeno 10 - 15 minuti. Successivamente prendere il riso e farne delle palle della dimensione di una piccola arancia; con un cucchiaio inserire, nella parte più centrale dell’arancina, il ripieno di carne al sugo con i piselli; ricoprire poi con un po' di riso e formare una palla a forma di arancia.

Passare le arancine in una lega composta da acqua e farina e successivamente nel pangrattato e friggere accuratamente in olio d’oliva. Si consiglia di gustare le arancine caldi, per assaporare il formaggio che fonde rendendole ancora più squisite.

Un'altra variante di arancine

Le arancine di riso al ragù, meglio detti arancine siciliane (poichè piatto tipico della cucina palermitana), sono un piatto gustoso ed invitante. Il nome deriva dalla forma rotonda di un'arancia. Sono uno dei prodotti più rinomati e famosi nel mondo della cucina siciliana. Vediamo come preparare arancini di riso in casa.

Ingredienti arancina di riso

  •  500gr di riso superfino
  • 55 gr di burro (30gr per il riso, 25gr per il ripieno)
  • 100 gr di pecorino grattugiato
  • 3 tuorli d'uova (per il riso) 
  • 1 bustina di zafferano
  • 150 gr di carne bovina
  • 3 cucchiai di olio
  • 80 gr di piselli sgranati
  • 40 gr di concentrato di pomodoro
  • 100 gr di scamorza o mozzarella
  • 100 ml di vino rosso
  • pangrattato
  • olio di semi
  • 1 cipolla
  • sale
  • pepe

Preparazione arancina di riso

Lessate il riso in poca acqua salata fino a quando non verrà completamente assorbita e il riso sarà completamente cotto.
Nel frattempo sciogliete lo zafferano in una ciotola con tre tuorli sbattuti. Versate il composto nella pentola con il riso ormai cotto. unite 300 gr di burro e il pecorino grattugiato; mantecate il tutto.

Lasciate raffreddare il riso (per almeno due ore) allargato in un piatto. Mentre aspettate, fate soffriggere in un pentolino con due cucchiai d'olio la cipolla tritata e 25 gr di burro. Unite la carne macinata e fatela rosolare insieme al vino rosso: lasciate sfumare.
Aggiungete il concentrato di pomodoro allungato con un bicchiere d'acqua. Lasciate cuocere per 20 minuti e aggiustate a vostro gradimento di sale e pepe.

Nel frattempo cuocete i piselli in una padella con un cucchiaio di olio e un mestolo d'acqua per 10 minuti.
Versate infine i piselli cotti nel pentolino con il ragù.
Con il riso ormai freddo adagiate uno strato sottile sul palmo della mano; formate un incavo al centro e posizionate un cucchiaio di ragù con i piselli e 2-3 dadini di formaggio (tagliato precedentemente). Con un altro strato di riso chiudete l'arancino e modellatelo con le mani dandogli una forma a palla o a pera.

Esauriti gli ingredienti, passate tutti le arancine nella classica lega di acqua e farina e successivamente nel pangrattato. Friggetele in un pentolino piccolo (o magari in una friggitrice) con abbondante olio bollente (le arancine devono essere completamente coperte dall'olio!)
Con un mestolo forato togliete le arancine dall'olio quando saranno ben dorate e scolatele in carta assorbente.
Servitele calde o a temperatura ambiente.

Se poi avete voglia di confrontarvi con altre ricette con il riso potete leggere con questo libro:Riso polenta gnocchi. 600 piatti della tradizione regionale

Quando si avvicinano le feste, immagino che nessuno di voi voglia rinunciare ai classici piatti tipici, come i dolci o i fritti della vigilia ed all’agnello del pranzo di Natale… per cui come arrivare in forma al giorno X e tra le tante cose concedersi anche una bella fetta di panettone?

Una particolare tipologia di riso che garantisce ricette spettacolari in cucina è senza dubbio il Riso Venere, una qualità che in Italia è stata ottenuta incrociando una varietà di riso dell'Asia con quello italiano, per meglio ambientarlo al nostro territorio.

Le polpette di verdure, preparate con ortaggi lessati, parmigiano, uova, spezie e aromi, rappresentano un’alternativa vegetariana alle classiche polpette di carne; possono essere inoltre un'ottima idea per riciclare le verdure avanzate da un pasto precedente.

I muffin sono la gioia di grandi e piccini: chi non vorrebbe divorare in ogni occasione queste gustose "pagnottelle" dolci, ripiene di ogni ben di dio: dal cioccolato alla marmellata, dal succo di mirtilli al caffè. Le ricette di muffin sono tantissime, anche se i più tradizionalisti preferiscono quelli "in bianco", dal sapore di minuscoli ciambelloni, ottimi da inzuppare nel latte o nel tè, per una colazione veramente british.

Il Secondo è uno stile di vita. La viva passione che nasce da alcune ricette legate alla carne o al pesce non ha eguali. Gusti tradizionali o raffinati, gusti delicati o anche dolcemente pesanti. Ogni parte del mondo e ogni regione d’Italia dedica all’arte del secondo una miriade di ricette esclusive e facili da realizzare. Ecco alcuni consigli per le ricette di carne e pesce. Vi proponiamo una ricetta gustosa e con semplicissimi ingredienti, per eseguire in poco tempo gustose polpette, uno dei secondi di carne più amati al mondo.

La cucina cubana è la risultante di diverse culture gastronomiche. A far da padrone la cultura spagnola, africana e caraibica. Anche la cucina cinese ha avuto una certa influenza nell'alimentazione cubana. Cuba è stata terra di conquista e colonia spagnola e per questo la cucina risente molto delle sue influenze e dai sapori forti e intensi della Spagna. 

Le ricette del Trentino sono figlie della tradizione montana: in questa zona la fanno da padrona gli ingredienti delle valli caratteristiche, che donano un sapore forte, dolce e a volte speziato ai vari piatti tipici della cucina del Trentino.

Solo il nome dovrebbe evocare dei profumi e dei sapori incredibilmente forti. Un colore e un sapore che vanno a braccetto non possono che evocare immagini di grandi pasti e grandi soddisfazioni. Il piatto, caratteristico della città di Roma è molto famoso soprattutto per la semplicità della sua preparazione.

Gli amanti della carne non possono fare a meno della cosiddetta tagliata, ovvero uno dei piatti più gustosi fra i secondi a base di carne. Le ricette della tagliata possono variare negli assortimenti con cui condire questa pietanza, ma non nella modalità di cottura della carne, che deve seguire rigorosamente tempi precisi e una particolare tipologia di taglio.

La crema di peperoncino è un piatto tipico del meridione realizzato soprattutto in Calabria e Sicilia, regioni dove il peperoncino è il principale condimento. Le origini di questa ricetta risalgono al periodo successivo alla scoperta dell'America, quando iniziò a intensificarsi il commercio di questo ortaggio. 

Negli ultimi anni la moda del sushi ha diffuso anche in Italia la passione per il pesce crudo. Fra le ricette italiane troviamo comunque tantissimi piatti a base di pesce crudo, come ad esempio questo ottimo carpaccio di branzino. In particolare vi offriamo una ricetta molto gustosa e raffinata, ovvero il carpaccio di branzino su letto di misticanza e mela verde, condito con frutto della passione. 

Quando si parla di ricette messicane, vengono subito in mente tacos e tortillas, e si fa spesso confusione: in realtà i tacos sono tortillas messicane, ripiegate e preparate in due modi diversi. I classici tacos messicani sono fatti con tortillas morbide inzuppate nel sugo del ripieno, mentre altrove i tacos vengono fritti e diventano praticamente duri e croccanti.

Se avete voglia di assaporare una buonissima crema vellutata a base di funghi ma siete stanchi di rassegnarvi alle bustine precotte o ai liofilizzati acquistati a malincuore sugli scomparti dei supermercati oppure, peggio ancora, dei discount? Non abbiate paura! Realizzare una crema ai funghi porcini, che sia cremosa e saporita, non è così complicato come sembra: l'importante è avere a disposizione uno strumento che, al termine della cottura, vi permetta di frullare quello che avete cucinato per ottenere la tipica consistenza di una vellutata.

I crauti sono il prodotto di un particolare modo di cucinare il cavolo verza. E' possibile ottenere dei crauti anche con il cavolo rosso. Basta seguire la seguente ricetta per ottenere dei crauti rossi veramente gustosi e saporiti. L'importante è scegliere ingredienti ad hoc, un bel cavolo rosso grande, e realizzare i crauti rossi come da rigorosa ricetta austriaca.

Le arance Rosse di Sicilia hanno una buccia di colore acceso, con sfumature rosse variabili a seconda delle varietà e del momento di raccolta. Il Disciplinare di produzione “Arancia rossa di Sicilia" è regolata dalla Circolare del Ministero per le Politiche Agricole – GURI n. 240 del 14 ottobre 1997. La indicazione geografica protetta "Arancia rossa di Sicilia" è riservata ai frutti pigmentati. Tutto ciò fa fede ad un marchio di qualità che viene accostato ad un prodotto la cui origine avviene in un'area geografica determinata.

L'amatriciana è una delle ricette della cucina laziale che più è soggetta a dispute e diatribe non solo sulle origini, ma anche sugli ingredienti e … sull'ortografia! Infatti il termine corretto è Amatriciana, dal paese di origine, ovvero Amatrice, in provincia di Rieti. Molti però sbagliano, pensando si scriva pasta alla matriciana. Ma lasciamo da parte la grammatica, e andiamo a scoprire la vera ricetta dei bucatini.

In cucina esistono diverse tecniche per affettare e tagliare gli ingredienti, in particolare verdura, frutta e cipolla. Per affettare bisogna innanzitutto utilizzare gli utensili, ovvero i coltelli, adeguati al tipo di taglio e al tipo di ingrediente che abbiamo davanti. Non è possibile usare lo stesso coltello per tagliare di tutto, o meglio è possibile ma è consigliato, per comodità e per risparmiare tempo, utilizzare il coltello giusto al momento giusto

Gli amanti della cucina esotica e particolare avranno sicuramente gustato nel corso della loro “vita gastronomica” il buonissimo riso di qualità Basmati. Negli ultimi anni poi, con la diffusione in Italia della cucina araba, indiana e mediorientale in genere, il riso basmati ha iniziato a farsi apprezzare da tantissime persone. La cosa più gustosa è proprio l'aroma che viene sprigionato da ogni chicco presente sui vostri piatti. 

Siamo tutti d’accordo sul fatto che un buon antipasto rappresenti il modo migliore di iniziare un buon pranzo? Sicuramente l’arte di affiancare stuzzichini a bevande particolari o la voglia di fondere la propria fantasia a delle ricette già collaudate rappresenta un delicato argomento di discussione.

Classici

  • Condimento per verdure grigliate: per un menù vegetariano!

    Le verdure grigliate, che siano aromatizzate all'aceto balsamico o insaporite con un mix di erbe aromatiche, sono un piatto veloce, salutare e molto saporito, che può essere servito come antipasto o come contorno a carni o pesci arrosto, oppure come piatto principale in una dieta vegetariana.

Esotici

  • Ristoranti siciliani a Roma: il gusto dell'isola direttamente sul tuo piatto

    Sono molti coloro cha una volta assaggiata la cucina siciliana ne sono rimasti attratti grazie alla sua particolarità. Per chi abita a Roma o ci si trova per una vacanza, che in qualche modo desiderano riassaporare quei piatti tipici della cucina siciliana o conoscerne di nuovi, è bene sapere che i ristoranti siciliani a Roma sono numerosi, sparsi qua e la in tutta la città, dal centro alle zone più periferiche, tra cui Eur, Colle Verde, San Lorenzo ecc.

GDPR e Cookie Privacy. Questo sito utilizza solo Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento). La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies verrà interpretata come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal sito stesso.