Il nostro viaggio nelle culture etniche che popolano la capitale vuole essere un monito per integrare la propria visione lineare di vita con le altre concezioni e gli altri stili che ci circondano. Qual è allora il miglior modo di conoscere una cultura se non quello di cogliere le tradizioni culinarie che la stessa cultura offre assaporando ottimi piatti in un ristorante arabo a Roma?

Di realtà del genere a Roma si stanno diffondendo sempre di più a partire dal centro fino ai quartieri di periferia: tra ristoranti arabo a Roma centro, tra Via Veneto e Trastevere, tra Termini e San Giovanni e così via. Di seguito dunque riportiamo alcuni link per ricercare a Roma i migliori ristoranti arabi.

Zona Nomentana

Le Mille e una Notte (presenta anche su Tripadvisor)

Ottimo ristorante arabo a Roma dove è possibile gustare ricche pietanze e danza del ventre dal vivo. Le Mille e una Notte propone specialità di carne e pesce, ottimi piatti di cucina etnica, ma non solo, anche cucina italiana. Il locale è caratterizzato da ampi spazi che si prestano perfettamente all’organizzazione di feste, cerimonie, eventi, compleanni e anniversari. Le loro specialità di ispirazione araba-libanese, l’ambiente dall’atmosfera lontana sarà sicuramente di vostro gradimento.

Fiesta y Siesta

Questo ristorante etnico ci propone l’occasione per stare in compagnia, con la possibilità di gustare piatti di antica tradizione e di assaporare caratteristici ed esotici coktails. Il Fiesta y Siesta si trova in Via Nomentana 155.

Campo de Fiori

Le Piramidi (anche a domicilio)

A Campo de Fiori a Roma uno splendido ristorante arabo specializzato nella cucina Egiziana. Una cornice fantastica vi accoglierà piacevolmente. Le Piramidi offre ai propri clienti tante specialità della cucina egiziana e libanese, realizzate artigianalmente con aromi e spezie che vengono proprio dal Medio Oriente. Se si ama particolarmente questo tipo di cucina, questo ristorante si occupa di offrire anche un servizio di catering. Il lunedì è chiuso, il restante dei giorni l’apertura è dalle ore 10:00 alle 24:00.

Piazza Bologna

Oriental Food Kosher (con danza del ventre)

Un ristorante arabo nella zona di Piazza Bologna che propone specialità mediorientali in quantità e qualtà da non sottovalutare.

Zona Casilina

Vento D'Oriente

Un ristorante Arabo a Roma che si propone anche come luogo di incontro per culture differenti, attraverso lo scambio di tradizioni particolari come quelle legate alla cucina e alla danza.

Zona Esquilino

Zenobia

Sito in zona Esquilino, questo ristorante arabo è un luogo elegante e raffinato dove gustare in tranquillità le meraviglie della cucina siriana.

Lotus del Mediterraneo

Questa tavola calda e rosticceria offre cucina mediterranea: araba, greca, turca e spagnola..ma anche italiana. Le specialità che vengono servite sono tra le più note: couscous, paella, mousaka, kebab, riso con verdure. Ma vengono preparati anche molti dolci orientali tra cui kanufeh e balkawa. La consumazione è possibile effettuarla sia all’interno del locale, sia a portar via.

Shawarma station

Con la loro cucina siriana ed egiziana, il Shawarma station, saprà conquistare chi è particolarmente propenso a gustare cucine diverse da quella italiana. Kufta, shawerma, tabulè sono solo alcune delle specialità che vengono offerte ai clienti.

Zona Centro

Sciam

Sciam è un locale dove è possibile fumare il narghilè, bere delle ottime varietà di tè, degustare qualche piatto leggero. La musica araba è sempre in sottofondo e, in alcune serate, si esibisce una ballerina di danza del ventre. Fra le specialità libanesi e siriane: hummus di ceci e sesamo, muhamara, pane grattugiato e vari tipi di insalate.

Fish - Fine International Seafood House

Il Fine International Sea Food House è un ristorante etnico di Roma che risulta aperto a pranzo e cena, dal martedì alla domenica. La struttura si trova in Via dei Serpenti 16.

Riad Nour

Riad Nour è un ristorante dalle specialità marocchine/africane. Il cibo in questo Paese ha sempre avuto un significato straordinariamente simbolico. L’arte culinaria del Marocco è raffinata, sa mostrare tutte le caratteristiche del suo Paese: l’anima del suo popolo, le tradizioni e la sua ospitalità.

Zona Prati

Zen Sushi Restaurant

In questo ristorante etnico potrete assaggiare piattini con assaggi di sushi, sashimi, carne, pollo fritto, tempura. Si trova nel cuore in Prati a via degli Scipioni 243. Risulta chiuso il Sabato a pranzo e il Lunedì.

Hemingway

Hemingway è un ristorante etnico che si trova in zona Prati in Via Tunisi. Rappresenta un esclusivo insieme di ambienti armonizzati nel segno dell'eleganza e dell'esclusività.

Fuori Roma

Taus

A Marino, vicino Roma, un ristorante arabo raffinato e ricco di specialità mediorientali. Grande spazio a dolci di tutti i tipi e per tutti i gusti. Il Taus è il tipico ristorante etnico dove potrete assaggiare la cucina araba e bere il tipico te' alla menta, fumando il Narghile'. La struttura si trova a Marino vicino Roma in via Costa Caselle 15/a Castelli Romani.

Ricette arabe: scopri la cucina mediorientale!

Le ricette arabe presentano una ricca varietà di ingredienti e di composizioni, dovute anche alla molteplicità di esperienze gastronomiche dei popoli della zona e del mondo arabo. Le ricette tipiche dell'Arabia Saudita si basano sulla carne, a causa della tradizione della civiltà beduina, che si occupava principalmente della pastorizia. 

Regole alimentari

Con l'avvento dell'islamismo, le ricette arabe hanno subito le regole imposte dall'alimentazione di carattere religioso, fra cui il divieto di mangiare carne di maiale, giudicata impura. Nel periodo di digiuno, il Ramadan, la cucina è praticamente bandita, e quindi le ricette arabe più diffuse sono macedonie a base di frutta secca, come il khushaf, e l'harira, zuppa a base di carne e legumi secchi.

Dolci Arabi

Le ricette dei dolci arabi sono molto particolari ed elaborate. Essenzialmente i dolci si basano su impasti di pasta sfoglia e miele, ripieni di frutta secca come mandorle e pistacchi, e resi più gustosi da essenze di rosa e altri fiori.

Ricette per preparare i felafel

Una delle pietanze arabe e comunque della zona medio orientale più diffuse e conosciute, grazie anche ad un recente film, è il felafel o falafel. Si tratta di un piatto a base di polpette fritte speziate, polpette ottenute dalla macinazione di fave oppure di ceci, insieme a cipolle coriandolo e aglio.

Nella cucina ebraica il felafel la fa di padrone, servito con salse a base vegetale oppure nei panini o nelle sfoglie tipo piadina, a fare da controparte vegetariana al kebab.

Come servirle i felafel

I felafel sono polpettine di circa 4-5 centimetri di diametro e solitamente sono accompagnati dalla tahina, una salsa di sesamo e da verdure miste come pomodori o cetrioli. I felafel, in numero di 3 o 4, vengono serviti nel pane arabo morbido, aperto a mo' di tasca, in cui vengono inseriti i vari ingredienti.

In Italia il modo più diffuso per mangiare i felafel è appunto serviti in un panino o nella sfoglia: i chioschi e le pizzerie gestite da egiziani o arabi sono oramai sempre più diffuse e nel giro degli ultimi 10 anni il felafel è diventato un'ottima e gustosa alternativa ai normali panini o alla semplice pizza.

Preparazione dei felafel

La preparazione della polpetta è molto delicata e va effettuata con cura. Una volta ottenuta la polpetta felafel, bisogna lasciarla almeno un'ora in frigo perchè resti solida e non si sfaldi quando andrà fritta. L'ultima operazione infatti è quella di immergere il felafel nell'olio bollente fino alla sua doratura.

Ricetta Baklavas turca

Uno dei dolci più conosciuti al mondo, di origine Turca, è la baklavas. Si tratta di una ricetta di dolce turco a base di mandorle e burro, che richiede una preparazione molto attenta in quanto si rischia di rovinare la sfoglia. La ricetta delle Baklavas è molto diffusa comunque in tutte le aree del medio Oriente, ed è un dolce che si può gustare neì locali di cucina araba, a termine di un pasto di kebab o di cous cous. Nei mercati che vengono allestiti fuori dalle moschee, sono presenti molti chioschi che vendono questo dolce turco.

Ingredienti Baklavas

500 g di pasta sfoglia (pasta fillo)
300 g di noci tritate
300 g di mandorle tritate
1 cucchiaio di cannella in polvere
1 cucchiaino di chiodi di garofano tritati
150 g di burro

Ingredienti per lo sciroppo

  • 450 g di zucchero
  • 30 cl di acqua
  • 75 g di miele
  • 2 cucchiaini di succo di limone
  • Essenza di vaniglia

Preparazione Baklavas

Mescoliamo un trito di noci, mandorle, cannella e chiodi di garofano. Andiamo a scogliere il burro imburrando anche una teglia rettangolare dove poggiare la pasta sfoglia, tirata in modo che diventi sottilissima. Bisogna ricavare almeno 10 fogli di sfoglia, che poi andremo a collocare uno sopra l'altro, mettendo ogni tre fogli parte del ripieno tritato in precedenza, bagnando i fogli con il burro fuso. Una volta esaurito il ripieno, copriamo per bene con gli ultimi due strati di sfoglia andando a chiudere bene i bordi. A questo punto andiamo a tagliare il Baklavas a quadri e versiamo il resto del burro.

Lasciamo cuocere tutto per circa mezzora, a 200 gradi, fin quando la sfoglia non assuma una colorazione dorata. Mentre cuoce la baklavas, mettiamo a preparare lo sciroppo, facendo bollire in un pentolino a fuoco basso, per circa 10 minuti, tutti gli ingredienti indicati.
Quando tutto è pronto, versiamo lo sciroppo sul baklavas appena tolto dal forno.

Ricetta Hummus

Fra i piatti tipici della zona araba, è molto diffuso l'Hummus, ovvero una tipica salsa a base di ceci, a cui viene aggiunto olio, aglio, limone, paprika ed un ingrediente speciale, la Tahina, ovvero una pasta a base di semi di sesamo tostati. Hummus in arabo vuol dire semplicemente Ceci, ma il termine è oramai diventato sinonimo di questa salsa densa, apprezzata per condire le varie pietanze della cucina araba o delle cucine in cui si è diffusa, come quella Greca e dell'Asia Orientale.

Vediamo come preparare in maniera semplice e veloce la salsa Hummus

Ingredienti Hummus per circa 4 persone

  • Ceci lessati, 500 g
  • Spicchi d’aglio, 2
  • Tahina, 2 cucchiai
  • Il succo di 1 limone
  • Prezzemolo, 1 mazzetto
  • Peperoncino e/o paparica, 1 / pizzico
  • Olio extravergine di oliva, 2 cucchiai
  • Sale, q.b.

Preparazione

Mettiamo in un frullatore i ceci ben sgocciolati insieme ai seguenti ingredienti: succo di limone, tahina, aglio tritato e sale. Frulliamo delicatamente per circa mezzo minuto finchè non si ottiene un composto abbastanza omogeneo. Se è troppo denso, mettiamo un po' di acqua nel composto e continuiamo a frullare.
L'Hummus è pressochè finito, va solo servito in una ciotola con del prezzemolo tritato a guarnire, un po' di peperoncino e un goccio di olio d'oliva.

La salsa Hummus è ottima spalmata su tartine, cracker oppure per guarnire kebab o felafel.

Carne del Kebab

Il kebab (in turco kebap) è un tipico piatto della cucina araba e turca a base di carne, principalmente montone.

Esistono svariati tipi di kebab: il più rinomato e diffuso è il doner, che in turco letteralmente significa “che gira”, ed è quello che viene venduto nei ristoranti fastfood; certamente il nome si riferisce alla tipica modalità di cottura dello spiedo verticale, nella quale la carne gira cuocendosi lentamente grazie a un meccanismo elettrico che abbrustolisce ed arrostisce. Fino a qualche decennio fa questo meccanismo era costituito da griglie e brace.

La carne utilizzata per il doner kebab è solitamente di agnello o manzo, ma qualche volta anche di pollo (naturalmente non troverete mai kebab di maiale, in quanto per la religione dell’islam è severamente vietato mangiare carne di questo tipo, considerata impura).

Come servire un ottimo piatto

Per quanto riguarda il kebab classico, di volta in volta vengono tagliate fettine di carne finissime e riposte dentro a un panino o una piadina; la carne viene poi accompagnata da alcune salse come l’harissa piccante, o il tzatziki (una specie di yogurt), o ancora la famosa salsa di ceci; il tutto viene accompagnato da qualsiasi tipo di verdure. Con la crescente occidentalizzazione oramai nel kebab vengono utilizzate salse qualunque, come il ketchup o la maionese .

Gustare un kebab in ristorante

Se si vuole gustare questo piatto tipico della cucina araba in un ristorante, invece, spesso questo viene riposto nei piatti a forma di quadratini: si chiama shish kebap, dove "sis", in turco, significa "spada", quindi la carne di agnello è a forma di dado e servita infilzata in degli spiedini.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Enoteche a Roma: consigli per veri amanti del vino!

bicchiere vino

La classe e lo stile di una buona Enoteca - Wine Bar a Roma non ha eguali. Sorseggiare un buon vino tra le strade della capitale ha un fascino che ti strega e ti ammalia. Sempre più romani scelgono infatti come luogo di incontro le enoteche e i wine bar della capitale; al loro interno si può discutere comodamente e in maniere piuttosto riservata con amici e conoscenti e si possono trascorrere dei momenti di relax con il proprio lui/lei.

Ristoranti per Comunioni a Roma: quale scegliere?

Immagine di ristorante per comunione a Roma

Chiesa, ristorante, catering. Tutti argomenti che vanno affrontati con la dovuta calma e attenzione. Riportiamo di seguito una serie di consigli utili per chi cerca un ristorante dove festeggiare la Comunione a Roma, proponendovi una selezione di location di vario tipo suddivisa in zone/quartieri della capitale.