Sempre più importante sta diventando l’offerta di Ristoranti Messicani a Roma. La passione che suscita questo tipo di cucina è senza eguali. Questo ha fatto si che numerose realtà nascessero sparse in alcuni quartieri della città, dal centro alla periferia, da Nord a Sud. Roma, oltre ad avere una grandissima rete di locali culinari tradizionali, possiede numerosissimi ristoranti internazionali, proprio come i ristoranti cinesigiapponesietiopi e appunto messicani. Alcuni dei quali effettuano anche il servizio da asporto! Diamo dunque uno sguardo alla lista che abbiamo preparato.

Piazza Bologna

Bistro By Linda (aperto a pranzo)

Accogliente locale messicano a Roma, aperto dal 1990. Viene servita cucina curata sia nella qualità che nella presentazione. Professionalità in un ambiente gradevole e familiare.

Ristorante messicano a Roma: La Taqueria

La Taqueria è uno dei ristoranti messicani a Roma situato a due passi da Piazza Bologna, in una traversa del famoso Viale XXI Aprile. Il desiderio che ha spinto i proprietari del locale ad aprirlo, è stato quello di creare un angolo della loro terra, in uno dei quartieri più famosi e vivi della capitale. La Taqueria vi farà scoprire i gusti e le cultura gastronomica messicana, offrendovi la loro specialità, ossia lo street food messicano. Potrete abbinare i buonissimi piatti con uno snack o un aperitivo, grazie alla loro ricca selezione di birre e cocktail tropicali. Insomma, cosa chiedere di più?

Telefono: 06 87787586
Indirizzo: Via Giacomo Boni 26


Ristorante messicano a Roma Centro

El Pueblo (presente anche su TripAdvisor)

Situato a due passi da San Pietro: risulta dunque una famosa meta internazionale anche in base alla sua posizione. Il suo successo è il frutto di una ricerca attenta sulle ricette più tradizionali.

Ristorante messicano a Roma: La Cucaracha (lo trovi anche su Groupon)

Serve ricchi piatti tipici accompagnati da un vasto assortimento di birre e cocktail.

Charreada (consegna anche a domicilio)

Tanta musica accompagna i piatti tipici serviti in questo splendido locale. Il locale si trova in Piazza dei Quiriti numero 4 e il telefono per prenotare è 06 36000009.

Charro Cafè (Ristorante messicano a Roma anche all'aperto)

Un ampio menù vi accompagnerà nella scelte delle pietanze da ordinare in questo delizioso ristorante messicano a Roma sito in Via di Monte Testaccio 73. Il numero di telefono è 06 5783064.

Nomentana

Ristorante messicano a Roma

Cucara Macara (un buon Ristorante messicano a Roma)

Cucara Mucara è un noto locale posto nel quartiere Pietralata, nei pressi del Fiume Aniene. Il nome del locale, viene da una filastrocca che viene cantata dai bambini messicani. Il ristorante nacque nel 1996 e da allora diventa il punto di riferimento per quanto riguarda i ristoranti del quartiere. Lo scopo del proprietario del ristorante, fu quello di voler far conoscere la vera cucina messicana agli italiani residenti a Roma. Molti dei suoi clienti confermano che i piatti cucinati all'interno di questo locale, non solo sono prelibati, ma garantiscono l’originalità dei prodotti e l’alta qualità degli ingredienti utilizzati.

Sito web: www.cucaramacara.it
Telefono: 06 82001871
Indirizzo: Viale Gottardo, 85-97

Portuense

Ristorante messicano a Roma: Puerto Mexico

Situato sul Lungotevere, sulla famosa Via Portuense, di fianco a Viale di Trastevere, troviamo il Puerto Mexico. Il ristorante, in precedenza conosciuto come Mexico all’Aventino, è stato rinnovato sia nel nome, che negli arredi, rendendo l’atmosfera sempre più messicana e calda. Al suo interno potrete gustare i tipici piatti della cucina messicana, come i famosissimi Tacos, la Tequila, i Nachos e i Burritos. All'interno del loro sito, troverete un servizio di prenotazione tavolo online, dove inserendo l’orario, il giorno e il numero di persone, potrete prenotare un tavolo per il vostro pranzo o per la vostra cena.

Sito web: www.puertomexico.it
Telefono: 340 9151532
Indirizzo: Via Portuense 84

Ristorante messicano a Roma: Fonda del Recuerdo

Questo meraviglioso locale di cucina etnica a Roma mette a disposizione dei propri clienti una terrazza per mangiare. Anche i drink si servono sia al tavolo che al bancone. Un locale per stare insieme in allegria.

Trastevere

Pico's Taqueria American grill 

Ottima cucina e ambiente tipico latino, non cucina solamente piatti messicani ma si tratta di un ristorante tipico della cucina americana. Ottimo per passare una buona serata in compagnia di amici, diversa dal solito. Il personale è gentile e professionale, sempre a disposizione anche per chiarimenti e spiegazioni dei piatti meno conosciuti. 

Ristorante messicano a Roma: La Punta Expendio de Agave

Si tratta di un locale piccolo e molto intimo, perfetto per una cena romantica. L'ambiente è tipico e caratteristico, la cucina ottima e la professionalità del personale è di alto livello, sicuramente la cura del cliente è l'aspetto fondamentale del locale. Particolarmente conosciuto per i cocktail soprattutto a base di tequila, articolati e particolari. I prezzi non sono del tutto economici, ma sicuramente avvicinabili per chiunque volesse passare una serata diversa dal solito. Sarà questo il tuo prossimo Ristorante messicano a Roma?

Preparazione delle tortillas

Siete amanti della cucina americana, e in particolare di quella messicana? Provate a preparare un tipico menù della zona, a base di riso, fagioli messicani, accompagnando il tutto con delle favolose tortillas. Concettualmente, le tortillas non sono altro che un tipo di pane, o meglio di piadina, fatte con la farina di granoturco e cotte sulla piastra. Sono buonissime in particolare se servite ben calde e ripiene al punto giusto. All'occorrenza si possono mangiare anche fredde e renderle prima croccanti al forno per farle diventare dei contenitori adatti a ogni tipo di cibo.

Queste magnifiche pietanze sono ottime perché non solo accompagnano ogni piatto della cucina messicana, ma soprattutto vengono utilizzate come veri e propri involucri per piatti come i burritos, le fajitas, le tostadas ecc. E' dunque fondamentale saper preparare le tortillas per poter poi procedere ad imparare tutte le altre ricette.

Se poi lasciate indurire o vi rimangono per molto tempo senza utilizzarle, potete renderle croccanti mettendole al forno: l'importante è che siano state rese molto sottili dal mattarello o quando le avete stese la prima volta. Potete infatti tagliarle a triangolini e servirle ben calde come antipasto o aperitivo.

Ristorante messicano a Roma

Ingredienti tortillas

Gli ingredienti per preparare le tortillas sono abbastanza semplici e poveri:

  • 3 bicchieri di farina di mais
  • 1 bicchiere e mezzo di acqua
  • sale

Per preparare le tortillas non ci vuole certo una scienza. Prendiamo tutti gli ingredienti e amalgamiamoli fra di loro, fino ad ottenere un impasto abbastanza morbido e facile da lavorare. Non deve essere troppo appiccicoso, altrimenti aggiungiamo la farina, nè deve essere troppo duro, in caso aggiungiamo ancora acqua. Lasciamo l'impasto così a riposo per una ventina di minuti circa.

Con queste proporzioni di ingredienti, dovremmo riuscire a fare una decina abbondante di piccole palle di impasto, da cui ricavare le tortillas messicane. A questo punto prendiamo una pallina alla volta, e procediamo a schiacciarle e lavorarle fino ad ottenere una specie di piadina di circa 20 cm di diametro. Per schiacciarle bene possiamo inserirle all'interno di due fogli di carta da forno ben oleati, e lavorarli con il mattarello. In questo modo si ammorbidiranno anche grazie all'olio.

Mettiamo a scaldare una padella o ancora meglio una piastra tonda per le tortillas, e adagiamoci sopra a cuocere le nostre schiacciate di farina di mais, almeno un minuto per ogni lato. Il gioco è fatto: possiamo tranquillamente servire le tortillas calde in tavola, o usarle per riempirle di riso e fagioli secondo le ricette messicane che vogliamo. Potete anche usare altri ingredienti ben sminuzzati da amalgamare con l'impasto, per rendere le vostre tortillas piccanti ad esempio oppure colorate.

Per accompagnare questa ricetta potete scegliere tantissimi ingredienti. Quello che va per la maggiore ovviamente è il riso, ma non basta lasciarlo in bianco. Infatti le tortillas sono buonissime con i fagioli e andare ad aggiungere dei tipici condimenti o comunque della cucina texmex, come ad esempio il guacamole o salse piccanti a base di peperoncino messicano o ancora habanero.

Se volete una ricetta più tradizionale, potete mettere nelle vostre tortillas del semplice affettato accompagnato con mozzarella o altri formaggi.

La Ricetta del chili (che troverai certamente in un buon Ristorante messicano a Roma)

Una ghiotta ricetta di origine messicana da preparare per una serata speciale con gli amici è quella dei burritos. Si tratta nella sostanza di un piatto molto simile, concettualmente, al kebab che gustiamo nelle pizzerie o nei locali di cucina araba, ma fatto con le tortillas e ripieno di ingredienti diversi a seconda della tipologia.

In questo caso presentiamo la ricetta dei burritos al chili. I burritos spesso sono serviti con un ripieno a base di riso e fagioli, che comunque possono essere tranquillamente aggiunti essendo il piatto stesso null'altro che una diversa tipologia di panino.

Uno dei piatti più apprezzati dagli amanti dei sapori estremi e piccanti, è la ricetta del chili. Il chili è un piatto di origine messicana, basato su ingredienti tipici della zona come i fagioli neri, la carne allevata nelle ampie distese di quell'area del centro America, e appunto l'essenza piccante del chili, ricavata dal peperoncino della zona.

Vediamo come preparare un ottimo chili, grazie a questa ricetta messa a disposizione da una maestra di cucina come Angie Cafiero.

Ingredienti Chili

  • 300 grammi di fagioli neri
  • 1/2 Kg di spezzatino di bovino
  • 2 salsicce
  • 2 confezioni di polpa di pomodoro
  • 1 cipolla
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 dado di carne
  • cumino in polvere
  • senape in polvere
  • 1 gambetto di sedano
  • polvere di chili – in alternativa una grande quantità di peperoncino, tipo calabrese o del Malawi.
  • olio
  • sale

Preparazione

Vediamo dunque come preparare questa versione particolare della ricetta di chili. Andiamo a tagliare a fettine la cipolla, fino a ottenere dei pezzi molto piccoli, e soffriggiamola in una casseruola dal bordo abbastanza alto, che vada a contenere mano a mano i vari ingredienti. Aggiungiamo lo spezzatino, dopo essere stato tagliato a cubetti molto molto piccoli, e poi continuiamo la nostra ricetta di chili sbriciolando le salsicce spellate per unirle nella casseruola. Rosoliamo per bene tutta la carne, aggiungendo brodo di carne o il dado, oltre al sedano tagliato a pezzi molto sottili.

Uniamo ora la polpa di pomodoro, i fagioli ben scolati e la riserva di chili o peperoncino. Lasciamo cuocere il tutto, a fuoco medio, per circa 30 minuti. A questo punto aggiungiamo tutte le altre spezie, e eventualmente bagniamo con un po' d'acqua per non renderlo troppo denso.  

Ingredienti della ricetta per i burritos al chili

  • 8 tortillas
  • 170 g di fagioli rossi
  • 300 g di carne di manzo tritata
  • cipolla
  • aglio
  • 1 peperoncino
  • olio
  • 2 bicchierini di acqua fredda
  • 2 pomodori
  • 2 bicchierini di pomodoro concentrato
  • paprica
  • cumino
  • origano
  • sale
  • pepe

Preparazione burritos con chili

Per preparare le tortillas, potete seguile la nostra ricetta. Serviranno alla fine per essere riempite con il nostro chili. Consigliamo di grigliare leggermente la tortillas in modo che risulti più morbida e facile da modellare per farcirla.

Scaldiamo dell'olio in una padella, e quando è alla temperatura giusta, aggiungiamo la carne macinata mescolando per bene. Prepariamo un trito fatto a dovere di cipolla ed aglio, da aggiungere alla carne, e abbassiamo la fiamma. Nel frattempo facciamo a pezzi il peperoncino, eliminiamo i semi e mescoliamolo ancora alla nostra carne in padella.

Continuando a mescolare per non far attaccare la carne alla padella, e per amalgamare meglio gli ingredienti, aggiungiamo i fagioli, la paprica ed il pomodoro concentrato, insieme all'acqua. Lasciamo che si addensi per bene, e poi versiamo nell'impasto i pomodori tagliati a cubetti.

Quando la carne è cotta per bene, aggiustiamo di sale, e ultimiamo con un tocco di origano, cumino e pepe. Lasciamo stiepidire il nostro chili, dopodiché andiamolo a sistemare nelle tortillas che andremo a chiudere su se stesse per creare i tipici burritos, da mangiare ben caldi!

Come preparare un buon chili vegetariano

Se siete vegetariano ma non volete rinunciare al gusto del chili, allora potete seguire due diverse strade per prepararlo. Intanto potreste sostituire la carne con il tofu, il seitan oppure del granulare di soia e poi seguire la ricetta tradizionale o, in alternativa, potete preparare un ottimo chili di verdure e legumi e arricchire la base al pomodoro, fagioli rossi e cipolla con degli altri legumi e vari ortaggi saporiti. Inoltre, nulla vieta, di omettere del tutto la carne presente nella ricetta originale e utilizzare peperoni, cipolle, fagioli, spezie e pomodoro. La soluzione migliore è semplicemente quella che più si adatta ai vostri gusti.

Preparazione

Mettete a bagno 400 grammi di fagioli rossi oppure un mix di rossi e neri per una notte intera. Il giorno dopo cuoceteli per un’ora circa insieme ad una foglia d’alloro ma abbiate l’accortezza di salarli solo a fine cottura.
Ora fate reidratare 400 grammi di fiocchi di soia con dell’acqua e poi cuoceteli. Nel frattempo preparate un soffritto di olio, cipolla, aglio tritato, sedano e peperoncino fresco. Aggiungete anche un peperone verde e uno rosso a cubetti. Dopo aver ben rosolato il soffritto unite anche il vostro granulare di soia e fate andare per pochi minuti a fiamma alta. Coprite il tutto con 400 grammi di passata di pomodoro condita con il sale, la cannella, la paprika e il cumino in polvere. Infine aggiungete i fagioli cotti e fate cuocere coperto per una buona mezz’ora. Se il chili dovesse asciugarsi troppo bagnate con brodo vegetale
Se, invece, volete preparare uno stufato piccante con le sole verdure, seguite la stessa ricetta spiegata in precedenza, ma omettete i passaggi relativi al granulare di soia e unite le verdure al piatto. Però seguite bene due raccomandazioni:

  • Per evitare risultati mediocri di verdure crude o totalmente sfatte, armatevi di pazienza e aggiungete le verdure mano a mano a seconda dei loro tempi di cottura;
  • Non vanno bene tutti gli ortaggi: alcuni si sposano meglio con gli altri sapori e quindi si a carote, sedano, cavolo nero, broccoli e cavolfiore, zucca, ceci, lenticchie e fagioli di tutti i tipi. Invece no a piselli, porri, zucchine, funghi, melanzane e patate dolci la cui consistenza non si adatta bene a questo piatto.

Ingredienti fagioli

Nella cucina messicana, i fagioli, sono un vero e proprio must, infatti, non di rado si possono trovare ad ogni pasto, inclusa la prima colazione. Questi legumi vengono utilizzati sia come ripieno per altre preparazioni che come contorno o condimento di uova e riso. Uno dei piatti di punta della cucina tex-mex sono i mitici fagioli messicani, una ricetta speciale e saporita, poco calorica, che abbina il gusto e la consistenza dei fagioli alla sferzata energica del peperoncino e, se volete aggiungerla, della salsiccia. Come tradizione per questo piatto, potete abbinare ai fagioli le tipiche tortillas: l'importante, per rendere più simile possibile all'originale questa ricetta, è usare fagioli messicani originali e peperoncino della zona.

Passiamo ora alla ricetta vera e propria dei fagioli messicani.

  • 500 g di fagioli neri messicani
  • 100 g di pancetta
  • 300 g di passata di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 4 cipolle
  • peperoncino piccante
  • sale
  • olio extravergine d’oliva
  • eventualmente, 4 salsicce

Preparazione

Il metodo di cottura dei fagioli messicani è abbastanza semplice e simile alle altre qualità di fagioli. La cosa importante è avere a disposizione degli ingredienti di qualità e possibilmente "originali”. La prima cosa da fare è quella di bollire i fagioli in una pentola capiente con abbondante acqua salata. Abbiate però cura di metterli a bagno in una ciotola con acqua almeno la sera prima per renderli morbidi e velocizzarne la cottura.

Adesso, prendiamo una padella e prepariamo il soffritto per condire i fagioli: tagliamo a fettine molto sottili la cipolla e tritiamo l'aglio; questi, dovranno raggiungere un bel colore dorato soffriggendo in una padella con olio d’oliva olio bollente, ma senza esagerare. A questo punto, aggiungiamo la pancetta tagliata a dadini e, volendo anche la salsiccia piccante sbriciolata. Uniamo poi la salsa di pomodoro ed il peperoncino piccante. Lasciamo cuocere per un po', in modo che tutto si insaporisca e dopodiché aggiungiamo i fagioli scolati dall'acqua di cottura, al massimo aggiungetene un bicchierino se vediamo che si addensa troppo la salsa.

Continuiamo la cottura dei fagioli messicani, e, quando avranno raggiunto la consistenza desiderata, portiamo in tavola ancora caldi, accompagnando eventualmente con tortillas, se vogliamo rimanere sull'esotico, oppure con una più casareccia fetta di pane abbrustolito.

salsa di fagioli preparati nei ristoranti messicani a Roma

Ingredienti per la salsa di fagioli

  • 300 g di fagioli messicani già lessati o in scatola
  • 1 piccola cipolla bianca o dorata
  • 250 ml di panna fresca da cucina o vegetale
  • 2 cucchiai di olio di semi di mais
  • Sale q.b.

Preparazione della salsa di fagioli (altra ricetta che si trova in un buon Ristorante messicano a Roma)

Come abbiamo detto, i fagioli messicani sono un ingrediente molto versatile e possono essere usati anche per creare un gustoso antipasto semplice e abbastanza veloce da preparare per stupire i nostri ospiti. Servitela in accompagnamento a tacos o per farcire delle tortillas; oppure sbizzarritevi nella preparazione di bruschette alternative spalmandola sul pane tostato o preparate un particolare primo usandola per condire della pasta.

Iniziate a preparare la salsa frullando i fagioli precedentemente lessati. Per ottenere una crema liscia servitevi di un frullatore ad immersione.

Tritate finemente la cipolla e fatela rosolare in una grande padella con l’olio di mais. Quando la cipolla ha raggiunto un bel colorito dorato, aggiungete la crema di fagioli ottenuta prima e lasciate insaporire il tutto per alcuni minuti. Alla fine unite il sale a vostro piacimento.

Quando il tutto sarà ben amalgamato, a fiamma spenta, unite la panna da cucina alla crema di fagioli e lasciate intiepidire il tutto. Volendo potrete rendere tutto il piatto una ricetta veg usando semplicemente della panna vegetale al posto di quella classica. La cremosità di questo piatto non ne risentirà in alcun modo.

Uno dei piatti tipici della cucina messicana sono le tortillas che possono essere: i tacos, tortillas cotte sulla piastra oppure fritte, farcite di carne, arrotolate e servite con le immancabili salse; i burritos. Altra pietanza caratteristica è poi la focaccia di farina di mais.

Le salse della cucina messicana

In Messico sono molto usate anche le salse; tra le più famose ci sono: il guacamole (polpa di avocado schiacciata con cipolla, chili, limone e pomodoro); salsa cruda (verdura cruda a pezzettini); salsa de jitomate (salsa di pomodoro cotto); salsa de chilpotle (peperoncini affumicati in salsa di pomodoro).

Altri classici della cucina messicana sono: le huevos rancheros, uova fritte, adagiate su una tortilla, e condite con una salsa ai peperoni, preparata con peperoni rossi, verdi, cipolle, pomodori, peperoncini e olio; i Tamales Rancheros, gnocchi di granoturco cotti a vapore, serviti con pollo, pomodori, olive, chile serrano, il tutto avvolto in cartoccio o foglie di banana; i frijoles, una crema di fagioli cotta con le spezie e poi fritta nell’olio e servita con pezzetti di tortillas. Tra le minestre va menzionata la famosa sopa de limon, tipica di Merida (Yucatán), a base di pollo cotto col limone.

Cosa bere per accompagnare i piatti

Tra le bevande si annoverano: l'Aguas frescas, un succo di frutta molto diluito con acqua; i liquados, una sorta di frappè al gusto di frutta a volte con l'aggiunta di uova; il caffè de olla, caffè con aroma di cannella; la cioccolata, servita con vaniglia o cannella, calda o fredda. Tra i cocktail più famosi invece ci sono: la Pina Colada (ananas, latte di cocco e rhum); il Margarita (tequila, cointreau e succo di lime).

Tra gli alcolici sono famose le numerose varietà di birra messicane come: Corona, Sol, Indio, Mdelo, Superior, Victoria, Dos Equis. Una bevanda tipica è la Michelada, preparata con birra, succo di limone e servita in bicchieri col l'orlo cosparso di sale. Tra i super alcolici, la bevanda più nota è la Tequila, ottenuta dalla lavorazione del cuore dell’agaveil cui succo viene fatto fermentare con l’aggiunta di zucchero, della quale ne esistono quattro tipi: la tequila blanca usata per i cocktail, la tequila dorata, la tequila reposada e la tequila añejo. L'altra bevanda famosa è il Mezcal, al cui interno è contenuto il "gusano", vermetto-parassita della pianta.

Quando nasce la tradizione delle ricette che trovi al Ristorante messicano a Roma

La gastronomia è una delle più varie in assoluto e presenta sapori intensi; oltretutto è una delle cucine più ricche di proteine, vitamine e minerali del mondo. Gran parte delle ricette messicane si basano sulla tradizionale cucina azteca e maya, composta principalmente da mais, fagioli, zucca, patate, e l’immancabile peperoncino; un esempio sono le quesadilla, il tipico pane piatto messicano di mais, meglio conosciute come tortillas o “totopo” (tutte in realtà con piccolissime variazioni di impasto e di ingredienti).

Quando i conquistadores arrivarono nel Nuovo Mondo nel 15 esimo secolo, introdussero alcuni dei loro prodotti quali riso, manzo, maiale, pollo, nella dieta indigena. Da questa combinazione sono nate in seguito piatti gustosissimi, colorati e soprattutto con un grande livello nutrizionale, anche grazie all'utilizzo di ingredienti ricchi di proteine.

Moltissime sono le salse presenti nelle ricette messicane, che accompagnano il famoso piatto delle tortillas o qualsiasi tipo di carne, le quali si dividono in frullate (speciali per le carni alla brace o impanate) e sminuzzate. Come già accennato il peperoncino è l’ingrediente che accompagna qualsiasi tipo di ricetta messicana; vi proponiamo qui la famosa gelatina di peperoncino piccante, una specie di crema di peperoncini frullati con zucchero e aceto.

Le ricette più sfiziose

L’albero di avocado, nativo del Messico, è un altro elemento onnipresente in un completo pasto messicano; buonissima è la crema di avocado, dal gusto particolare, oppure la conosciuta guacamole, una “ricetta atzeca” a base di avocado. Ottime sono poi le zuppe; saporita e sostanziosa è la zuppa ai fagioli neri messicani che, accompagnata dalla pancetta, ha un sapore davvero appetitoso.

Infine oltre alle carni, non mancano sulla tavola messicana pesci e crostacei; ricordiamo la ricetta del ceviche, molto semplice e veloce, composta da pesce crudo marinato al lime.
Molto appetitosi e ricercati per quanto riguarda le ricette sono piatti unici realizzati a partire dalle tortillas, che vengono riempite con diverse tipologie di condimento: i burritos, ad esempio, a base essenzialmente di riso, ma personalizzabili con chili e quant'altro. Ancora, le Fajitas, simile al precedente ma ripieno questa volta di carne di manzo o pollo condita con salsa marinata e peperoni. 

Come preparare la crema di fagioli

Una ricetta classica è quella dei frijoles refritos, ovvero una crema particolare di fagioli da servire calda e accompagnare con altre salse e con tortillas. Per gli ingredienti serviranno

  • 200 grammi Fagioli pinto o neri secchi
  • 100 grammi di cipolle
  • 2 spicchi di aglio
  • Burro
  • Sale q.b.
  • Cumino in polvere
  • Coriandolo in polvere
  • Pepe

Mettiamo a bagno i fagioli almeno una notte prima, dopodiché sciacquiamo e scoliamoli. Intanto puliamo tutti gli ingredienti tritandoli per bene e lasciamoli appassire nel burro. Quando la cipolla è ben dorata, aggiungiamo i fagioli insieme alle spezie. Copriamo il tutto con del brodo o con acqua calda lasciando sobbollire per almeno 60 minuti o comunque appena i nostri fagioli saranno ben ammorbiditi. Aggiungiamo del sale e pepe, e poi prendiamo il 75 percento dei fagioli riducendoli in purea. Li mescoliamo a quelli rimasti interi e serviamo la nostra zuppa per circa 4 persone.

Ricetta fajitas: scopri come prepararle!   

Chi ama la cucina messicana deve provare almeno una volta nella vita la ricetta per fare in casa le fajitas. La fajita è un piatto tex-mex tipico di questa cucina e si tratta di un piatto a base di piccoli bocconcini di carne, di manzo o di pollo, che viene fatta marinare con numerose spezie, come peperoncino, paprika e origano, e poi condita con peperoni e cipolle tagliati a grosse losanghe e poi fatti soffriggere. Di solito vengono preparate e accompagnate a tavola da riso, fagioli, verdure grigliate o ancora meglio usate come ripieno per le tortillas.

Esistono poi numerose versioni e rivisitazioni che prevedono l’uso del formaggio Edamer, la pancetta o ingredienti esclusivamente vegetariani.

Vediamo dunque come preparare ottime fajitas in poco tempo, con ingredienti freschi, cercando di usare spezie non troppo scadenti, altrimenti, il sapore ne risentirà.

Ingredienti per circa 4 persone

  • 4 Tortillas già pronte oppure preparate con la nostra ricetta
  • 4 petti di pollo interi
  • 1 peperone preferibilmente rosso
  • Cipolla bianca o dorata
  • olio extravergine di oliva
  • miele
  • spicchi d’aglio
  • erba cipollina fresca
  • cumino, peperoncino, paprica, origano, sale e pepe

Prepariamo a parte le Tortillas e lasciamole raffreddare per bene. Prima di riempirle con la carne, che prepareremo a parte, è opportuno grigliare le tortillas per dargli consistenza e renderle meno delicate e più "maneggevoli".

In una ciotola prepariamo una salsa per la marinatura miscelando 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva, l'erba cipollina finemente tritata, 3 cucchiai di miele, sale e pepe q.b., aglio schiacciato, peperoncino in polvere e le altre spezie.

Andiamo ora a tagliare i petti di pollo in pezzi abbastanza grossolani, e lasciamoli riposare a lungo nella marinatura precedentemente preparata. Questa fase richiede dei tempi abbastanza lunghi per far penetrare tutti i sapori nella carne. Un tempo relativamente corretto si aggira attorno ai trenta minuti, avendo cura di coprire il piatto con un foglio di pellicola per alimenti.

Mentre la carne riposa nella salsa marinata per le fajitas, procediamo ad arrostire i peperoni, per poi spellarli, privarli dei semi e tagliarli a listarelle non troppo sottili. Una volta compiuta questa operazione, mettiamo i peperoni da parte, e procediamo a scaldare una padella antiaderente con parte dell’olio preso dalla ciotola della salsa marinata. Aggiungiamo, adesso, le cipolle e poi il pollo ben sgocciolato e lasciamo cuocere con qualche altro cucchiaio di salsa, se serve.

Quando il pollo avrà iniziato a rosolare per bene, aggiungiamo i peperoni che avevamo lasciato da parte, e completiamo la cottura in padella avendo cura di rigirare con un cucchiaio di legno. Lasciamo leggermente intiepidire il composto preparato, e mettiamo, al centro della tortilla, due o tre cucchiai di pollo con i peperoni. La fase in cui si arrotola ha una modalità ben precisa e serve per evitare che fuoriesca il condimento. È consigliabile servire in tavola questa pietanza non fredda ma soltanto leggermente tiepida.

Ingredienti per preparare le fajitas di carne mista

  • 400 g di controfiletto di manzo
  • 400 g di petto di pollo intero
  • 2 cipolle bianche o dorate
  • coriandolo o prezzemolo freschi
  • 2 lime
  • 1 peperone giallo
  • 1 peperone rosso
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine d’oliva (4 cucchiai)
  • 2 cucchiaini di Worchestershire sauce (salsa agrodolce leggermente piccante)
  • tortillas di farina di grano
  • salsa guacamole

Preparazione

Per preparare questa ricetta la prima cosa da fare è quella di tagliare separatamente il manzo ed il pollo, a striscioline di circa 1 cm di larghezza. La carne, così tagliata, andrà messa in due differenti ciotole e lasciata marinare abbondantemente nella birra con una manciata di coriandolo tritato ed il succo di mezzo lime. Nel caso di questa ricetta è prevista una marinatura di circa un'ora.

Intanto che la carne riposa nelle ciotole, potete preparare i peperoni. Prendeteli, e dopo averli lavati, tagliateli a strisce come la carne e metteteli a rosolare in una padella assieme alla cipolla tagliata a fettine. Lasciate stufare il tutto a fiamma bassa.

A questo punto, aggiungete in padella, assieme alle verdure cotte, la carne scolata dalla sua marinatura; versate, poi, la salsa Worchestershire, il succo del lime e il sale e il pepe a vostro piacimento. Mantecate per far mischiare i sapori tra loro e fate cuocere tutti gli ingredienti per altri 5 minuti.

Questo piatto va composto e servito ponendo la carne sulle tortillas, che avrete avuto cura di grigliare, e accompagnato con la salsa guacamole, una gustosissima salsa a base di avocado.

Ingredienti per le fajitas vegetariane (come le preparano al Ristorante messicano a Roma)

  • 4 tortillas di mais
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • 1 barattolo di fagioli neri
  • 1 peperoncino fresco
  • 1 formaggio olandese Edamer
  • Cumino e coriandolo q.b.
  • Salsa mex q.b.

Preparazione

Per preparare le fajitas vegetariane dovete frullare mezzo peperone rosso con il peperoncino, un pizzico di semi di cumino ed una manciata di coriandolo; unite un filo d’olio extravergine d’oliva fino ad ottenere una consistenza cremosa.

Tagliate a pezzettoni la cipolla, le zucchine ed i peperoni rimasti e ponetele in una padella con la salsa che avete preparato precedentemente, i fagioli, il sale ed il pepe. Lasciate cuocere a fiamma moderata per circa 15 minuti avendo cura di mescolare di tanto in tanto.

Nel frattempo scaldate le tortillas in forno e poi farcitele con le verdure, il formaggio a cubetti molto piccoli e la salsa mex, una salsa a base di pomodori piccanti ormai facilmente reperibile in tutti i supermercati.